Dic 142018
 

Con il  decreto direttoriale del Ministero dello sviluppo economico del 20 novembre 2018 è stato pubblicato un nuovo bando in favore di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale negli ambiti tecnologici “Fabbrica intelligente” e “Agrifood“.

L’intervento verrà attuato secondo una procedura valutativa a sportello per progetti con costi ammissibili compresi tra 800 mila e 5 milioni di euro e durata compresa tra 18 e 36 mesi. All’intervento sono assegnate risorse pari a 167 milioni di euro. Le domande accedono alla fase istruttoria sulla base dell’ordine cronologico giornaliero di presentazione.

I progetti dovranno essere attuati presso unità locali ubicate presso le Regioni meno sviluppate e/o in transizione (tra queste, la Sardegna).

Le domande potranno essere presentate tramite procedura online dal 22 gennaio 2019. La procedura di compilazione guidata sarà resa disponibile dal 17 dicembre 2018.

 

A chi si rivolge

soggetti ammissibili sono le imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e i centri di ricerca.
Gli Organismi di ricerca (come l’Università di Cagliari) possono partecipare a progetti congiunti con altri soggetti ammissibili (massimo 3 partner in totale) regolati con contratto di rete o altre forme contrattuali.
Per i progetti del settore “Agrifood” sono soggetti ammissibili anche le imprese agricole.

 

Tipo di agevolazioni

Per gli organismi di ricerca le agevolazioni sono concesse sotto forma di contributo diretto alla spesa:
a. 47% dei costi e spese relative a ricerca industriale;
b. 22% dei costi e spese per sviluppo sperimentale;
c. un ulteriore contributo diretto alla spesa pari al 3% dei costi e delle spese ammissibili in alternativa al finanziamento agevolato;
d. un ulteriore contributo diretto alla spesa pari al 10% dei costi e delle spese è previsto in caso di collaborazione con una PMI (art. 6).

I progetti di ricerca e sviluppo presentati nella fase 2 dello Sme Instrument di Horizon 2020, a cui è stato riconosciuto il “Seal of excellence” dovranno superare unicamente la valutazione della “solidità economico-finanziaria del soggetto proponente”.

Gli organismi di ricerca possono partecipare a più progetti congiunti mediante i propri Dipartimenti (un progetto per Dipartimento). Per coordinare la selezione dei progetti, gli interessati dovranno compilare e inviare entro venerdì 4 gennaio 2019 alla mail dir.ricter@amm.unica.it il modulo disponibile a questo link [file .rtf], che contiene:

  • la lettera di intenti da far sottoscrivere a tutti i co-proponenti;
  • la manifestazione di interesse con i dati sintetici sul progetto.

Informazioni:
UniCa Liaison Office è disponibile per fornire chiarimenti e informazioni entro il 21 dicembre 2018 alla mail dir.ricter@amm.unica.it e al numero 070 675 6502(dott.ssa Orsola Macis).

Bando e modulistica sono disponibili a questo link alla voce: “Procedura valutativa a sportello – settori applicativi “Fabbrica intelligente” e “Agrifood”.

Ott 092018
 

Si terrà a Sassari, il 18 ottobre, la finale della Start Cup Sardegna 2018. Vi aspettiamo alle 15,30, presso la Sala Sassu del Conservatorio, in Piazzale Cappuccini 1, per conoscere le idee in gara e le vincitrici.

Sono 8 le idee in gara: Digital Detox Experience, EABlock, Glambnb, HiveGuard, Kit Aqua Sport, MAGA, SarDrone e Thilimba.

La presentazione al pubblico avverrà attraverso il temutissimo Elevator Pitch: ogni gruppo avrà 5 minuti per raccontare in modo chiaro ed efficace la propria idea e, soprattutto, convincere i valutatori della validità della loro innovazionedella sostenibilità economica della stessa e della capacità imprenditoriale dello stesso gruppo di lavoro.

Seguiranno il contradditorio tra i gruppi e gli opponent alla fine di ogni Pitch e la votazione in diretta dei Pitch e delle idee da parte di una giuria di esperti del settore. Dopo la votazione si conosceranno e si ufficializzeranno i 3 gruppi vincitori.

La sfida regionale proclamerà i tre vincitori di Start Cup Sardegna 2018 che vinceranno i premi offerti dagli sponsor:

1° 4.000 Euro offerti dal Banco di Sardegna
2° 2.500 Euro offerti dalla Lega Coop
3° 2.000 Euro offerti da Abinsula

I vincitori avranno anche la possibilità di partecipare alla fase nazionale, il 16° Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI) che si terrà a Verona il 29 e 30 novembre 2018.

Infowww.startcupsardegna.it

Set 202018
 

Al via le nuove Call per la terza edizione di Next Energy, il programma orientato alla valorizzazione di talenti e alla crescita di team con progetti innovativi sulle tematiche che riguardano il rapporto tra infrastrutture elettriche e territorio.

NextEnergy 3 si articola in tre distinte e indipendenti Call:

Call for Talents: rivolta a singoli neolaureati in Ingegneria, Matematica, Fisica, Statistica ed Economia;

Call for Ideas: rivolta a team e/o startup già formalmente costituite con proposte di progetti innovativi da sostenere attraverso un percorso di empowerment imprenditoriale;

Call for Growth: rivolta a startup già formalmente costituite e in fase post seed, in grado di offrire soluzioni innovative funzionali alle attività di interesse specifico di Terna.

Innovatori, startupper e imprese innovative possono inviare le proprie candidature entro il 23 novembre 2018.

L’iniziativa è promossa da Terna e Fondazione Cariplo e realizzata da Cariplo Factory in collaborazione con il Campus di Terna.

Informazioni:
Sito web
@NextEnergyItaly è su Fb e Twitter

Ago 072018
 

Il  decreto del Ministero dello sviluppo economico del 5 marzo 2018 descrive una nuova agevolazione in favore dei progetti di ricerca e sviluppo promossi nell’ambito delle aree tecnologiche Fabbrica intelligente, Agrifood, Scienze della vita.

Come funziona
L’intervento verrà attuato secondo due differenti procedure, una a sportello e una negoziale.

La procedura valutativa negoziale è prevista per gli Accordi per l’innovazione, come da decreto ministeriale 24 maggio 2017 per i progetti con costi ammissibili compresi tra 5 e 40 milioni di euro.

Le risorse
All’intervento sono assegnate risorse pari a 562,7 milioni di euro, di cui 440,1 a valere sull’Asse I – PON “I&C” 2014-2020 FESR e 122,6 milioni a valere sul Fondo per la crescita sostenibile.

Le risorse sono ripartite
– per territorio:
287,6 milioni di euro alle regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), 100 milioni di euro alle regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna) e 175,1 milioni di euro alle restanti regioni.

– per settore applicativo:
225,1 milioni di euro al settore “Fabbrica intelligente”, 225,1 milioni di euro al settore “Agrifood” e 112,5 milioni di euro al settore “Scienze della vita”.

– per procedura:
395,7 milioni di euro per la procedura negoziale.

A chi si rivolge
I soggetti ammissibili sono le imprese di qualsiasi dimensione che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane, di servizi all’industria e i centri di ricerca. Per i soli progetti congiunti (fino a tre, per la procedura a sportello e fino a cinque per quella negoziale), anche gli Organismi di ricerca e, per i progetti del settore applicativo “Agrifood”, anche le imprese agricole che esercitano le attività di cui all’art. 2135 c.c.

Le agevolazioni sono concedibili nella forma del contributo alla spesa e del finanziamento agevolato, in misura coerente con i limiti fissati dal regolamento (UE) n. 651/2014.

Termini e modalità di presentazione delle istanze – procedura negoziale

Il decreto direttoriale 27 settembre 2018  stabilisce i termini e le modalità per la presentazione delle proposte progettuali che le imprese potranno presentare, anche in forma congiunta, dal 27 novembre 2018 per realizzare attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale d’importo compreso tra 5 e 40 milioni di euro, soggette a procedura valutativa negoziale.

AGGIORNAMENTO: Con decreto direttoriale 27 novembre 2018 è disposta, dalle ore 19.00 del 27 novembre 2018, la sospensione dei termini di presentazione delle proposte progettuali per i seguenti settori applicativi e territori:

  • settore applicativo “Agrifood” nei territori delle regioni più sviluppate;
  • settore applicativo “Fabbrica intelligente” nei territori delle regioni più sviluppate e delle regioni meno sviluppate;
  • settore applicativo “Scienze della vita” nei territori delle regioni più sviluppate e delle regioni meno sviluppate.

Il link al bando e alla modulistica.

Lug 242018
 

Entro il 12/10/2018 le imprese che operano nel settore agricolo ed agroalimentare possono partecipare al bando PhD Cibo e sviluppo sostenibile – F.A.I. Lab che intende favorire l’inserimento di personale altamente qualificato (Dottori di ricerca) per promuovere percorsi di innovazione delle imprese.

Il bando è un progetto pilota gestito dalla Fondazione CRUI su incarico del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca in partenariato con Coldiretti.

Sono soggetti ammissibili, purché svolgano attività di ricerca, sviluppo e innovazione nel comparto agroalimentare:
1) Imprenditori agricoli, singoli e associati, iscritti presso la sezione speciale agricola del competente Registro delle Imprese ai sensi dell’articolo 2188 del Codice Civile;
2) Società di persone e di capitali iscritte presso il Registro delle Imprese competente ai sensi dell’articolo 2188 del Codice Civile;
3) Enti privati iscritti al REA (Repertorio Economico ed Amministrativo).

I beneficiari riceveranno un cofinanziamento di durata massima triennale per l’assunzione con contratto di lavoro dipendente a tempo determinato (triennale) o indeterminato di candidati in possesso di un dottorato di ricerca. L’assunzione sarà finalizzata all’inserimento del candidato nel progetto o nella linea di ricerca aziendale presentati durante la fase di candidatura.

Le posizioni offerte dai soggetti ammissibili devono essere riconducibili a una delle seguenti aree:

– Valorizzazione del made in Italy agroalimentare
– Qualità e sicurezza alimentare
– Sostenibilità ambientale e sociale dell’agricoltura
– Innovazione e sviluppo per la competitività delle imprese

Ogni soggetto dovrà individuare una sola Area e presentare un solo progetto e una sola offerta di lavoro.

Per candidarsi è necessario inserire i propri dati, il progetto di ricerca e innovazione e la relativa offerta di lavoro  tramite la piattaforma online disponibile al sito www.phd-failab.it entro le ore 12:00 del 12 novembre 2018. (la precedente scadenza del 12 ottobre è stata prorogata).

Aggiornamento: il 5 settembre 2018 è stata pubblicata una nuova versione del Bando, aggiornata alla legge del 9 agosto 2018 n. 96 (pubblicata in G.U. n. 186 dell’11/8/18) di conversione del D.L. 87/2018. A tale proposito, si veda la nota integrativa al bando.

Informazioni:
info@phd-failab.it
www.phd-failab.it

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar