Lug 242018
 

Entro il 12/10/2018 le imprese che operano nel settore agricolo ed agroalimentare possono partecipare al bando PhD Cibo e sviluppo sostenibile – F.A.I. Lab che intende favorire l’inserimento di personale altamente qualificato (Dottori di ricerca) per promuovere percorsi di innovazione delle imprese.

Sono soggetti ammissibili, purché svolgano attività di ricerca, sviluppo e innovazione nel comparto agroalimentare:
1) Imprenditori agricoli, singoli e associati, iscritti presso la sezione speciale agricola del competente Registro delle Imprese ai sensi dell’articolo 2188 del Codice Civile;
2) Società di persone e di capitali iscritte presso il Registro delle Imprese competente ai sensi dell’articolo 2188 del Codice Civile;
3) Enti privati iscritti al REA (Repertorio Economico ed Amministrativo).

I beneficiari riceveranno un cofinanziamento di durata massima triennale, pari all’80% per il primo anno e al 60% per il secondo e terzo anno per l’assunzione con contratto di lavoro dipendente a tempo determinato (triennale) o indeterminato di candidati in possesso di un dottorato di ricerca. L’assunzione sarà finalizzata all’inserimento del candidato nel progetto o nella linea di ricerca aziendale presentati durante la fase di candidatura.

Le posizioni offerte dai soggetti ammissibili devono essere riconducibili a una delle seguenti aree:

– Valorizzazione del made in Italy agroalimentare
– Qualità e sicurezza alimentare
– Sostenibilità ambientale e sociale dell’agricoltura
– Innovazione e sviluppo per la competitività delle imprese

Ogni soggetto dovrà individuare una sola Area e presentare un solo progetto e una sola offerta di lavoro.

Per candidarsi è necessario inserire i propri dati, il progetto di ricerca e innovazione e la relativa offerta di lavoro  tramite la piattaforma online disponibile al sito www.phd-failab.it entro le ore 12:00 del 12 ottobre 2018.

Informazioni:
info@phd-failab.it
www.phd-failab.it

Lug 102018
 

La Camera di Commercio di Cagliari ha pubblicato il “Bando voucher digitali I4.0 – Anno 2017/2018” con l’obiettivo di promuovere servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione delle tecnologie digitali, in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0 presso le micro, piccole e medie imprese (MPMI) di tutti i settori economici.

A chi è rivolto
Le micro piccole e medie imprese (MPMI) aventi sede legale e/o unità locali – almeno al momento della liquidazione – nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Cagliari.

Caratteristiche del contributo
Le agevolazioni saranno concesse alle imprese sotto forma di voucher per un importo minimo di 2500 euro e massimo di 7500 euro. L’intensità del contributo è pari al 60% dei costi ammissibili per la formazione ed al 50% per la consulenza in materia di innovazione.

Ambito d’intervento
Gli ambiti tecnologici ricompresi nel presente Bando sono:

  • soluzioni per la manifattura avanzata
  • manifattura additiva
  • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa del e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D)
  • simulazione
  • integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • cloud
  • cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics
  • Soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
  • Software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on- field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali – ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ecc).

Sono previste inoltre altre tecnologie digitali, con riferimento esclusivo ai servizi di consulenza:

  • sistemi di e-commerce
  • sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fatturazione elettronica
  • sistemi EDI, Electronic Data Interchange
  • geolocalizzazione
  • tecnologie per l’in-store customer experience
  • system integration applicata all’automazione dei processi.

Fornitori
Ai fini di questo bando, il progetto dovrà avvalersi di uno o più fornitori individuati fra i seguenti (maggiori dettagli nella Scheda 1 allegata al bando):

  • Università, enti e istituti di ricerca
  • Centri di ricerca e trasferimento tecnologico e competence center Industria 4.0, Parchi scientifici e tecnologici,
  • Cluster tecnologici
  • Incubatori certificati
  • Fablab
  • startup e pmi innovative
  • ulteriori informazioni con esperienza documentata nei settori elencati dal bando negli ultimi 3 anni

Presentazione delle domande
Le richieste di voucher dovranno essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, all’indirizzo PEC cciaa@ca.legalmail.camcom.it fino al 21/09/2018.

Il bando ha una procedura valutativa a sportello. Le risorse disponibili per il presente bando ammontano complessivamente a 90.000 euro.

Informazioni:
Centro Servizi Promozionali per le Imprese – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Cagliari
Alessia Bacchiddu Tel. 070 3496324 – alessia.bacchiddu@csimprese.it
Alessandra Dessì Tel. 070 3496311 – alessandra.dessi@csimprese.it

Consulta il Bando 

Mar 072018
 

Il Consiglio di amministrazione di UniCa ha approvato  la proposta di costituzione del primo “junior spinoff” dell’Ateneo: si tratta di “Little Alienz”, la srl composta da Sarah Pinna, studentessa di Scienze della Formazione Primaria, e Valentina Bellotti e Mauro Cuccu, studenti di Economia, e nata all’interno del Contamination Lab Cagliari.

Little Alienz ha sviluppato un gioco in grado di permettere lo screening della dislessia. L’innovazione riguarda la creazione di un primo screening degli indicatori di rischio tramite un sistema integrato di gioco da svolgere a scuola e a casa, senza che ciò produca stress, grazie all’esperienza di gioco.

L’approccio di Little Alienz consente di stabilire precocemente dei percorsi di potenziamento personalizzati per ciascun bambino, a prescindere dalla presenza o meno di una futura diagnosi. La ricerca alla base del progetto ha coinvolto il dipartimento di Pedagogia, Psicologia e Filosofia (con i docenti Donatella Petretto e Eraldo Nicotra), scuole dell’Infanzia e scuole primarie, al fine di standardizzare il pattern statistico che consentirà di creare l’algoritmo su cui si baserà lo screening.

Mentre esistono da tempo spin off costituiti da docenti, ricercatori e personale, per la prima volta all’Università di Cagliari viene costituita una società “junior spin off”. Secondo il regolamento dell’Ateneo possono proporre di costituire junior spinoff gli studenti o i dottorandi, gli specializzandi o gli iscritti ai master dell’Università, gli assegnisti di ricerca, i titolari di borse post lauream o post doc e gli studenti iscritti a percorsi formativi ad accesso selettivo inerenti la creazione di imprese innovative (o persone che abbiano già completato questo percorso).

 

Gen 152018
 

Nell’ultimo triennio di Horizon 2020 la Commissione europea ha lanciato il Programma di lavoro European Innovation Council (EIC) pilot, che raggruppa le azioni FET Open, SME Instrument, Fast Track to Innovation e Inducement Prize.

Tra queste, è compresa Fast Track to Innovation (FTI), caratterizzata da un approccio puramente bottom up, che consente di presentare proposte in tutti gli ambiti tematici delle LEIT (Leadership in Enabling and Industrial Technologies) e delle Sfide Sociali di Horizon 2020.

Fast Track to Innovation  promuove innovazioni “close to market” (si parte dal Technology Readiness Level 6), con l’obbligo di arrivare sul mercato entro tre anni dall’inizio del progetto. Per questo motivo, la partecipazione dell’industria all’interno dei partenariati sarà obbligatoria. A differenza dello SME instrument, FTI non è riservato solo a piccole e medie imprese, ma è aperto a tutti i tipi di imprese. L’obiettivo è quello di aumentare la partecipazione ad Horizon 2020 dell’industria, delle PMI e delle imprese che si avvicinano per la prima volta a progetti europei di ricerca e innovazione.

Saranno finanziati piccoli consorzi, composti da 3-5 soggetti giuridici stabiliti in almeno tre Stati diversi, membri UE28 o associati ad Horizon 2020 con una forte partecipazione delle imprese, per consentire alle idee più promettenti di completare il processo per accedere al mercato. FTI è aperta alle idee di tutti i settori tecnologici o applicativi e a tutti i soggetti giuridici stabiliti nell’UE o in un paese associato ad Horizon 2020.

Possono partecipare ai consorzi anche le università, le organizzazioni di ricerca e altri attori dell’innovazione. Sono invitati anche attori con un ruolo chiave nel processo di commercializzazione, come ad esempio organizzazioni di cluster, utenti finali, associazioni industriali, incubatori, investitori o pubbliche amministrazioni. Il finanziamento comunitario è pari al 70% dei costi ammissibili (100% per i soggetti no profit) per un contributo massimo per progetto di 3 milioni di euro.

Fast Track non presenta scadenze, ma ha un approccio aperto, con tre cut-off dates all’anno nelle quali presentare la proposta. Le date per il 2018 sono previste per febbraio, maggio e ottobre.

Per discutere delle opportunità di finanziamento dedicate alle imprese all’interno del Programma Horizon 2020, lo Sportello Ricerca Europea di Sardegna Ricerche organizza il  26 Gennaio 2018 a Cagliari l’evento L’innovazione a misura di impresa. Lo SME Instrument e Fast Track to Innovation in Horizon 2020, presso la Manifattura Tabacchi in Viale Regina Margherita 33.

Tutti i dettagli a questo link.

Nov 202017
 

ICE–Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane organizza  per il 28 e 29 novembre 2017 con la Camera di Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura di Oristano un incontro specialistico di orientamento ai mercati internazionali destinato a PMI, cooperative, consorzi, reti di impresa.

Il seminario, completamente gratuito, offrirà alle aziende:

  • formazione specifica sulle strategie di marketing internazionale, posizionamento all’estero e predisposizione di un piano operativo di marketing;
  • l’opportunità di effettuare un colloquio personalizzato con l’esperto (su prenotazione).

Docente dell’incontro sarà Andrea Aguiari, esperto di marketing e tecniche del commercio estero della Faculty ICE Agenzia. Le aziende iscritte riceveranno il programma dettagliato del seminario. Il 2° giorno l’esperto sarà a disposizione per colloqui individuali con le aziende che ne facciano richiesta in fase di adesione.

Le aziende possono partecipare sulla base dei requisiti di ammissibilità indicati a questo link. Per iscriversi, compilare la scheda di adesione pubblicata a questo link entro il 22 novembre 2017.
Il colloquio è riservato a un numero limitato di PMI, in base all’ordine di arrivo delle richieste e alla partecipazione al seminario.

Sede: CCIAA Oristano. V. Carducci 23/25, 09170 Oristano

Calendario:
28 novembre 2017  ore 9:00-17:00 (sarà offerto un light lunch)
29 novembre 2017 colloqui individuali dalle ore 9:00.

Contatti:
ICE Agenzia, Servizi Formativi Formazione.pianosud@ice.it
Tel. 06-59929257

CCIAA Oristano: promozione@or.camcom.it
Tel. 0783-2143223

L’incontro è organizzato nell’ambito del Piano Export Sud 2 a valere sulle risorse del PONIC 2014-2020 FESR.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar