Gen 152018
 

Nell’ultimo triennio di Horizon 2020 la Commissione europea ha lanciato il Programma di lavoro European Innovation Council (EIC) pilot, che raggruppa le azioni FET Open, SME Instrument, Fast Track to Innovation e Inducement Prize.

Tra queste, è compresa Fast Track to Innovation (FTI), caratterizzata da un approccio puramente bottom up, che consente di presentare proposte in tutti gli ambiti tematici delle LEIT (Leadership in Enabling and Industrial Technologies) e delle Sfide Sociali di Horizon 2020.

Fast Track to Innovation  promuove innovazioni “close to market” (si parte dal Technology Readiness Level 6), con l’obbligo di arrivare sul mercato entro tre anni dall’inizio del progetto. Per questo motivo, la partecipazione dell’industria all’interno dei partenariati sarà obbligatoria. A differenza dello SME instrument, FTI non è riservato solo a piccole e medie imprese, ma è aperto a tutti i tipi di imprese. L’obiettivo è quello di aumentare la partecipazione ad Horizon 2020 dell’industria, delle PMI e delle imprese che si avvicinano per la prima volta a progetti europei di ricerca e innovazione.

Saranno finanziati piccoli consorzi, composti da 3-5 soggetti giuridici stabiliti in almeno tre Stati diversi, membri UE28 o associati ad Horizon 2020 con una forte partecipazione delle imprese, per consentire alle idee più promettenti di completare il processo per accedere al mercato. FTI è aperta alle idee di tutti i settori tecnologici o applicativi e a tutti i soggetti giuridici stabiliti nell’UE o in un paese associato ad Horizon 2020.

Possono partecipare ai consorzi anche le università, le organizzazioni di ricerca e altri attori dell’innovazione. Sono invitati anche attori con un ruolo chiave nel processo di commercializzazione, come ad esempio organizzazioni di cluster, utenti finali, associazioni industriali, incubatori, investitori o pubbliche amministrazioni. Il finanziamento comunitario è pari al 70% dei costi ammissibili (100% per i soggetti no profit) per un contributo massimo per progetto di 3 milioni di euro.

Fast Track non presenta scadenze, ma ha un approccio aperto, con tre cut-off dates all’anno nelle quali presentare la proposta. Le date per il 2018 sono previste per febbraio, maggio e ottobre.

Per discutere delle opportunità di finanziamento dedicate alle imprese all’interno del Programma Horizon 2020, lo Sportello Ricerca Europea di Sardegna Ricerche organizza il  26 Gennaio 2018 a Cagliari l’evento L’innovazione a misura di impresa. Lo SME Instrument e Fast Track to Innovation in Horizon 2020, presso la Manifattura Tabacchi in Viale Regina Margherita 33.

Tutti i dettagli a questo link.

Nov 202017
 

Il Ministero dello Sviluppo Economico finanzia con 26 milioni di euro la concessione di “Voucher per l’internazionalizzazione” per sostenere le PMI e le reti di imprese nella loro strategia di accesso e consolidamento nei mercati internazionali.

L’intervento consiste in un contributo a fondo perduto sotto forma di voucher in favore delle PMI che intendono guardare ai mercati oltreconfine attraverso la consulenza di un Temporary Export Manager, figura specializzata capace di studiare, progettare e gestire i processi e i programmi sui mercati esteri.

Sono previste due tipologie di agevolazione:

– Voucher “early stage”, di importo pari a 10.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 13.000 al netto di IVA. Il contratto di servizio, stipulato con uno dei soggetti iscritti nell’elenco società di TEM del Ministero, dovrà avere una durata minima di 6 mesi.

– Voucher “advanced stage”, di importo pari a 15.000 euro a fronte di un contratto di servizio pari almeno a 25.000 al netto di IVA.

Le domande di accesso completate e firmate digitalmente dovranno essere presentate esclusivamente online a partire dalle ore 10.00 del 28 novembre 2017 e fino alle ore 16.00 del 1° dicembre 2017.

Per informazioni è possibile contattare l’help desk alla mail exportvoucher@mise.gov.it.

Scheda informativa.

Nov 132017
 

Dalle 12:00 del 15 novembre 2017 le imprese possono presentare domanda nell’ambito del bando “Microincentivi per l’innovazione“, pubblicato da Sardegna Ricerche grazie ai grazie ai fondi europei del POR FESR 2014-2020.

Il bando si rivolge alle micro, piccole e medie imprese con sede in Sardegna e finanzia l’acquisizione di servizi di consulenza per la realizzazione di nuovi prodotti o processi produttivi, oppure per il significativo miglioramento di prodotti o processi esistenti.

L’Università di Cagliari può proporre i suoi servizi nella forma di consulenza da parte del dipartimento.

Il bando finanzia servizi di consulenza in materia di innovazione e servizi di supporto all’innovazione, quali (l’elenco non è esaustivo):
– Servizi tecnici di progettazione e implementazione di innovazione di prodotto o di processo produttivo;
– Servizi tecnici di sperimentazione;
– Servizi di assistenza e informazione in tema di Proprietà intellettuale.

L’agevolazione non può essere richiesta per la realizzazione di servizi di innovazione organizzativa,
commerciale e gestionale (anche sotto forma di software).

Gli aiuti sono concessi in regime “de minimis” fino a un massimo di 15.000 euro, che possono coprire l’80% dei costi ammissibili. I progetti devono essere coerenti rispetto alla Smart Specialization Strategy della Regione Sardegna.

Le domande potranno essere presentate dalle 12:00 del 15 novembre 2017 alle 12:00 del 28 febbraio 2018 e saranno valutate a sportello, in funzione dell’ordine di arrivo, fino a esaurimento delle risorse finanziarie.

La dotazione del bando è di 1 milione di euro. Bando completo e modulistica sono disponibili a questo link.

Informazioni
Mara Mangia mangia@sardegnaricerche.it
Settore Trasferimento Tecnologico Sardegna Ricerche, sede di Nuoro
Telefono +39 0784 260803

Ott 242017
 

Sono 18 su 57 i progetti presentati da UniCa e finanziati nell’ambito del bando Azioni Cluster “Top-down”. 22 sono i progetti valutati idonei ma non immediatamente finanziati per ragioni di capienza del budget. 4, infine, i progetti finanziati ai quali UniCa partecipa come soggetto non capofila.

Il bando, emanato da Sardegna Ricerche nel novembre 2016, finanziava iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

Per partecipare al bando bisognava coinvolgere almeno cinque imprese e prevedere facoltativamente la collaborazione di altri altri organismi di ricerca e soggetti pubblici o privati.

Dopo gli incontri tematici di presentazione ai ricercatori e alle imprese, UniCa ha supportato, tramite la Direzione ricerca e territorio – UniCa Liaison Office, la ricerca delle imprese tramite la consultazione di database ed elenchi.

Ecco il dettaglio dei 18 progetti di UniCa immediatamente finanziati:

DoUtDes – Trasferimento di tecnologie e competenze di Business Intelligence alle aziende dei settori innovativi e tradizionali
Responsabile scientifico: Salvatore Mario Carta, Dipartimento di Matematica e Informatica

TESTARE – TEcnologie e STrumenti di cARatterizzazione e gestione avanzata dell’ambientE
Responsabile scientifico:  Giovanni De Giudici, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

SardCoin: technologe blockchain a supporto del turismo in Sardegna
Responsabile scientifico: Michele Marchesi, Dipartimento di Matematica e Informatica

SMARTPOLYGEN – Sviluppo di Microreti Polienergetiche Intelligenti
Responsabile scientifico: Emilio Ghiani, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

PRELuDE3 – PRotocollo ELaborazione Dati per l’Efficienza Energetica in Edilizia
Responsabile scientifico: Antonello Sanna, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

PACPAC – Point-And Click per Patrimonio Ambientale e Culturale
Responsabile scientifico: Ivan Blecic, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

SIMPLE – StrumentI e Modelli per La mobilità sostenibilE
Responsabile scientifico: Luigi Atzori, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

PLES (Prodotti Locali per l’Edilizia Sostenibile)
Responsabile scientifico: Giovanna Concu, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

MuseoCagliari.it – Itinerari culturali smart: piattaforma open-data delle architetture di qualità, sviluppo di Itinerari turistico-culturali e di App per la visita
Responsabile scientifico: Paolo Sanjust, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

IBERNAT-NBL Identificazione di bersagli molecolari per lo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per il neuroblastoma
Responsabile scientifico: Pierluigi Onali, Dipartimento di Scienze Biomediche

MEISAR – Materiali per l’edilizia e le infrastrutture sostenibili – gli aggregati riciclati
Responsabile scientifico: Luisa Pani, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

DigitArch – Dal reale al digitale: acquisizione e rappresentazione realistica ai fini della modellazione d’interni
Responsabile scientifico: Cristian Perra, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

DoMoMEA – Tele-riabiliazione Domiciliare neuroMotoria a favore dei soggetti con esiti di ictus cerebrale a disabilità Moderata mediante dispositivi Elettronici Avanzati
Responsabile scientifico: Danilo Pani, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

COMISAR – COltivazione di ceppi MIcroalgali SARdi per applicazioni innovative nei settori agro-alimentare, nutraCeutico, cosmetico e ambientale
Responsabile scientifico: Giacomo Cao, Centro Interdipartimentale di Ingegneria e Scienze Ambientali (CINSA)

VIRTUALENERGY – Sviluppo di sistemi per l’aggregazione, il coordinamento e l’ottimizzazione di un Virtual Power Plant
Responsabile scientifico: Maurizio Murroni, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

SEMI – Sistemi Efficienti ed affidabili per il Monitoraggio e la gestione Intelligente dell’energia elettrica
Responsabile scientifico: Sara Sulis, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

AI-Textiles – Intelligenza Artificiale e Tessuti intelligenti: Tecnologie e Applicazioni
Responsabile scientifico: Fabio Roli, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

SAVE – Sviluppo di soluzioni IoT per la gestione AVanzata dell’Energia
Responsabile scientifico: Daniele Giusto, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

 

Ecco i 22 progetti valutati idonei ma non immediatamente finanziati:

QualityPharmaLab – Assicurazione Qualità e Ottimizzazione Procedure Operative del Laboratorio Galenico delle Farmacie

CON.BE.CU – Conservazione sostenibile dei Beni Culturali della Sardegna: aspetti tecnico scientifici ed operativi nel restauro dei materiali lapidei

SOLGESEA – Solare di nuova generazione per la sostenibilità energetica e ambientale

NANOFITOSALUS – Nanoincorporazione di Antiossidanti Naturali per l’Ottenimento di FITOformulati SALUtistici dal CrocuS

TERRAS – Turismo Esperenziale Reti Rurali e Azioni Sostenibili

HeSarNet – Helium Sardinian Network

pERcEPT – Nuovi metodi elettro-ottici per il rilevamento in situ dei metalli pesanti

PRAXIS – Materiali locali, processi tecnologici, sviluppo di attività di ricerca applicata per la validazione di elementi costruttivi innovativi per l’edilizia sostenibile

S2FINTECH – Smart&Safe FinTech: Intelligenza Artificiale e Sicurezza Informatica per i Servizi Finanziari

TERROIR – Turismo Enologico: Rete Regionale Operatori per l’Innovazione e la Ricerca

SARDOIL – Sardinian oil supply chain: Smart Tracking and Optimization

ReSO – Recupero degli Scarti Oleari per lo sviluppo di nanoformulati cosmetici, alimentari e nutraceutici

SMART – Strumenti manageriali per le imprese turistico ricettivo

HEALTHYCHEESE – Valutazione delle qualità nutrizionali di cibi funzionali lattiero-caseari naturalmente arricchiti in omega-3 e acido linoleico coniugato (CLA)

TRAPS – Biomarcatori per l’autenticazione, la tracciabilità e la garanzia di qualità del Pecorino Sardo DOP

INNOVILAT – Metabolomica applicata alla valorizzazione del latte e del siero ovino in polvere destinato al consumo umano

MICE4CHINA – Sperimentazione di prodotti innovativi e di reti d’imprese del segmento MICE (Meeting, Incentive, Congress and Exhibitions) della Sardegna destinati al mercato cinese

VObiS – Valutazione Obiettiva della Sensibilità gustativa per strategie nutrizionali intelligenti

COESA  – Componenti Edilizi Sardi nellaBioeconomia Circolare, a base di risorse rinnovabili o di processi di riciclo, per l’Edilizia a Quasi Zero Energia (nZEB) in ambito mediterraneo

SMarTT – Tecnologie per la valorizzazione e l’estensione della shelf life del Tonno Rosso e trasformati ittici ad elevata valenza salutistica

SupermagMet Recovery & Recycling   –  Recupero  e valorizzazione sostenibile dei metalli critici da “supermagneti” al neodimio

PRODEGRADU  Prodotti derivati da grano duro: tecnologie innovative

 

Ecco, infine, i progetti nei quali UniCa compare in qualità di altro organismo di ricerca (non capofila):

Tecnomugilag – Trasferimento alle aziende operanti in laguna delle tecniche di riproduzione e di allevamento in ambiente controllato di Mugil cephalus
Con: Fondazione IMC Centro Marino Internazionale ONLUS, AGRIS Ricerca Sardegna e Università degli studi di Sassari

GA-VINO – Metodi e tecnologie per una gestione innovativa e sostenibile della risorsa idrica nel vigneto
Con: Università degli studi di Sassari, AGRIS Ricerca Sardegna e Consiglio Nazionale delle Ricerche

REALTIME CHECK IV GAMMA – Sistemi di monitoraggio rapido della qualità e dell’idoneità igienico-sanitaria di prodotti di IV Gamma, per l’individuazione e la gestione in tempo reale delle criticità lungo la filiera produttiva
Con: Consiglio Nazionale delle Ricerche

RADARDRONE – Radar modulari per il controllo di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto
Con: INAF Osservatorio Astronomico di Cagliari

Ott 162017
 

Prorogata al 30 novembre la scadenza per partecipare al bando promosso dalla Fondazione Lions per il Lavoro per la seconda edizione del Concorso New Work, competizione tra progetti di lavoro autonomo innovativo in termini di prodotto o processo, presentati sia da persone che vogliono avviare una nuova attività, sia da imprenditori che intendono riorganizzare con criteri più efficienti la propria azienda.
In premio per i primi tre classificati un premio in denaro, un accompagnamento tecnico, la partecipazione a uno stage e l’assistenza di un tutor per conto dell’Ente Nazionale Microcredito nelle richieste di finanziamento.

Il concorso prevede tre categorie di partecipazione: 1) Giovani under 30; 2) Impresa: mi innovo; 3) Arti e mestieri del passato (senza limiti d’età). I primi tre classificati parteciperanno alla fase nazionale del concorso, riservata ai finalisti di ciascuno dei 17 distretti partecipanti.

La scadenza per le candidature è il 30 novembre 2017.

Scarica il regolamento completo.

Informazioni:
new.work@retelions.it
www.retelions.it

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar