Ott 012015
 

c labSi tiene a Cagliari venerdì 2 ottobre 2015 negli spazi dell’Aula magna di Architettura in via Corte d’Appello n. 87 “Il CLab per i CLab”, la prima giornata di lavoro che coinvolge la rete dei Contamination Lab italiani, i progetti di accompagnamento alla cultura d’impresa promossi dal Miur e dal Mise e realizzati in diversi atenei italiani. Tra gli obiettivi della giornata, la definizione di una agenda di lavoro condivisa basata sulle migliori pratiche e di proposte di sviluppo da presentare a interlocutori istituzionali e privati.

La possibilità di essere una realtà che genera impatto e attrae risorse passa infatti anche dalla capacità di superare il localismo e proporsi come un progetto di respiro nazionale: fare rete è il primo passo per crescere e aumentare le potenzialità innovative delle proprie iniziative. Questa la visione alla base dell’organizzazione di questa prima giornata di aggregazione e confronto, che vedrà come protagonisti i Contamination Lab delle Università di Catania, Cosenza, Napoli, Politecnica della Marche, Reggio Calabria, Trento, Cagliari, Cattolica di Milano.

La mattinata sarà aperta da un saluto del Rettore dell’Università di Cagliari, Maria Del Zompo, ed entrerà subito nel vivo dei temi con un tavolo di lavoro al quale parteciperanno i responsabili del CLab dei diversi atenei. I lavori saranno coordinati da Annalisa Bonfiglio, Prorettore delegato per il territorio e l’innovazione. Nel pomeriggio i team vincitori delle diverse edizioni dei CLab presenteranno i pitch dei propri progetti di startup. Alle 15.30 una tavola rotonda affronterà le problematiche connesse agli aspetti della selezione dei partecipanti e del monitoraggio dei risultati delle iniziative.

Il programma della giornata [file .pdf]

L’evento verrà trasmesso in streaming grazie al supporto della startup Naustrip da questo link.

L’iniziativa è finanziata grazie all’intervento INNOVA.RE – Innovazione in Rete a valere sul Por Fesr 2007-2013.

Giu 262015
 

startcupSono 9 le idee presentate dall’Università di Cagliari per Start Cup Sardegna 2015: solo cinque di queste, che verranno annunciate a breve, sfideranno le finaliste dell’ateneo di Sassari durante la finale regionale, prevista proprio a Sassari in ottobre.

Settore ICT 

Chitzi, una piattaforma tecnologica proprietaria che accompagna le PMI italiane verso la digitalizzazione: agevola in maniera semplice ed economica l’accesso al mondo dei servizi web integrati per il business, utilizzando una piattaforma tecnologica innovativa che automatizza i numerosi passaggi e riduce al minimo i tempi morti, consentendo la realizzazione di siti completi e funzionali. Inoltre, Chitzi incrocia la domanda e l’offerta dei migliori professionisti presenti sul mercato.

IdoDou.com, simply connecting needs. Idodou (dall’inglese I do! Do u?) offre ai propri utenti la possibilità di mettersi tempestivamente in contatto per lo svolgimento di piccole mansioni d’aiuto. Idodou è un servizio online (applicazione web e mobile) che, sotto forma di vari strumenti comunicativi (messaggistica) e organizzativi (calendario), consentirà a un DOUer (colui che ha una necessità) e a un IDOer (colui che ha una soluzione) di entrare in contatto.

Native. Native offre una seconda chance ai vecchi smartphone funzionanti, ma inutilizzati perché superati. Native sfrutta le tecnologie e l’hardware dello smartphone (come sensori, gps, fotocamera, wifi) trasformandolo di fatto in un dispositivo dedicato a unico scopo. Per esempio, un vecchio smartphone potrebbe diventare un lettore mp3 portatile. Native si scarica dallo store: l’utente sceglie la funzione nativa più adatta alle sue esigenze e decide come utilizzarla scegliendo tra le diverse opzioni proposte.

Settore Sociale

IntendiMe. IntendiMe è dedicato a chi ha problemi di udito permettendogli di essere avvisato di tutti i rumori che fanno parte della sua quotidianità. IntendiMe si basa su una tecnologia capace di rilevare le vibrazioni che generano i suoni: basta attaccare una placchetta su una fonte sonora prescelta e, non appena questa rileverà un suono, si riceverà un avviso tramite vibrazione o illuminazione sul proprio smartphone, tablet o dispositivo da polso. Il sistema rileva con precisione qualsiasi suono, è trasportabile ovunque, è operativo 24 h su 24, è adattabile a qualsiasi impianto già esistente e non richiede nessun tipo di modifica o spesa aggiuntiva.

Settore Turistico

Babaiola. Babaiola.com è un sito user-friendly e multidispositivo dove si possono trovare i viaggi coincidenti con i sentimenti e le emozioni di chi lo sta programmando. Digitando in unico sito budget, attività e l’esperienza che si vuol vivere in vacanza, Babaiola, tramite il suo algoritmo, suggerisce le destinazioni (volo-hotel-attività). La ricerca avviene analizzando i trend dei social network, le recensioni e le informazioni tra oltre 100 siti web e assegnando un voto di compatibilità tra le destinazioni e le esperienze ed attività indicate dall’utente.

NAUSTRIP. Naustrip è il Blablacar delle barche: nasce per risolvere il problema legato agli alti costi di mantenimento delle imbarcazioni consentendo ai proprietari di proporre escursioni sulla piattaforma rivolte a turisti, sportivi e amanti del mare. Naustrip si rivolge principalmente ai piccoli diportisti: chi possiede una barca ha la possibilità di guadagnare dalla propria passione e chi invece vuole visitare le bellezze della costa lo può fare in tutta sicurezza e con il vantaggio di farsi guidare da una persona del luogo, il tutto ad un prezzo notevolmente più basso rispetto all’offerta attuale.

Settore Altro

Diapasong.  Diapasong è l’applicazione web e mobile che rivoluziona il modo di interagire con la musica, trasformando lo smartphone in un jukebox interattivo. Grazie a Diapasong le attività commerciali hanno la possibilità di creare playlist personalizzate e permettere ai propri clienti di interagire con esse, scegliendo dal loro smartphone la canzone da riprodurre e aumentando così la loro esperienza di consumo.

GALF AVENUE dressed for success. GALF AVENUE garantisce una miglior customer experience a tutte quelle donne che acquistano abitualmente abbigliamento da mobile e che desidererebbero un trattamento esclusivo e un supporto lungo l’intero processo di interazione che va dal consiglio all’acquisto. In linea con la vision, “the service-oriented m-commerce will be the shopping next generation”, la mission è sviluppare un’app che avvicini il lusso del personal shopping al mondo del mobile commerce.

Newmes. Newmes è una startup del settore del bonding game, giochi pensati per il team building e il brainstorming aziendale. Il primo prodotto è un gioco di società di sfide, pensato per condividere idee e visioni, divertendosi e sperimentando nuovi modi di pensare con amici, familiari e colleghi. Newmes è il primo gioco di società basato sul pensiero laterale, o creativo. I contenuti di newmes si basano, infatti, sulle teorie di Edward deBono, guru del pensiero laterale, sulle quali hanno i diritti di utilizzo.

Mag 282015
 

c labIl bando di ammissione alla terza edizione del Contamination Lab Cagliari, il percorso di accompagnamento alla creazione d’impresa dell’Università di Cagliari, è online: il form di iscrizione online è disponibile a questo link.
Iscrizioni alla selezione entro il 28 giugno 2015.

Cosa è
Il CLab Cagliari è un luogo di contaminazione tra studenti di discipline diverse; ha lo scopo di promuovere la cultura dell’imprenditorialità, dell’innovazione e del fare, l’interdisciplinarietà e nuovi modelli di apprendimento. E’ finalizzato a esporre gli studenti a un ambiente stimolante per lo sviluppo di progetti di innovazione a vocazione imprenditoriale.
Il percorso previsto dal CLab Cagliari ha durata semestrale, da settembre 2015 a febbraio 2016, e sarà preceduto da una sessione preparatoria di 3 giorni nel mese di luglio 2015.

Il piano formativo
Durante l’esperienza presso il CLab Cagliari, studenti provenienti da diversi ambiti disciplinari lavoreranno insieme, organizzati in gruppi, a progetti comuni, acquisendo strumenti e capacità progettuali, organizzative e di comunicazione trasversali.
In particolare, il percorso CLab, organizzato in maniera tale da non interferire con la naturale prosecuzione del corso di studi, sarà suddiviso in tre fasi:

– la prima fase sarà destinata a introdurre gli allievi al percorso con una sessione estiva di tre giorni nel mese di luglio 2015;
– la seconda fase, più intensa e di durata bimestrale, nel periodo settembre-novembre 2015, sarà destinata alla generazione dell’idea di business e team building e alla preparazione delle presentazioni;
– la terza fase, da dicembre 2015 a febbraio 2016, punterà al perfezionamento dell’idea con workshop specialistici in collaborazione con imprenditori e investitori.

Durante il percorso, ciascun gruppo sarà affiancato da un mentor esperto in start up innovative.
Per gli studenti iscritti ad un corso di laurea, la partecipazione con esito positivo al percorso formativo del CLab Cagliari darà luogo al riconoscimento di un numero di CFU equivalenti a 60 ore frontali nell’ambito del proprio corso di studio.

Chi può partecipare
Sono ammessi alla selezione coloro che alla data di scadenza del bando sono:
a. iscritti a un corso di laurea magistrale o agli ultimi due anni di un corso di laurea a ciclo unico presso l’Università degli Studi di Cagliari;
b. iscritti almeno al secondo anno di un corso di laurea triennale;
c. laureati presso l’Università degli Studi di Cagliari da non più di 15 mesi;
d. iscritti a un corso di dottorato o master presso l’Università degli Studi di Cagliari.

I posti disponibili sono complessivamente 120, dei quali 105 per gli studenti iscritti e laureati di cui alle lettere a), b) e c)  e 15 per gli studenti iscritti di cui alla lettera d).

La selezione
La selezione per l’ammissione al CLab Cagliari avverrà tramite un test volto ad accertare la motivazione personale, l’attitudine imprenditoriale e il potenziale individuale di ciascuno. Lo svolgimento del test non richiede alcuna specifica preparazione da parte dei candidati. Per accedere al CLab non è necessario avere già un’idea innovativa da sviluppare.
La domanda di partecipazione alla selezione al CLab Cagliari avviene tramite la compilazione del form online disponibile a questo link.
Il termine per la compilazione del modulo scade improrogabilmente alle ore 24.00 di domenica 28 giugno 2015.
La selezione avverrà nel mese di luglio 2015. Le specifiche del giorno e luogo verranno pubblicate su questo sito entro il 22 giugno 2015.

Informazioni
Le richieste di chiarimenti potranno essere effettuate via mail all’indirizzo clab@unica.it o al tel. +39 070 6756526/6560 (h. 11 – 13 dal lunedì al venerdì).
Una sintesi delle risposte più significative sarà pubblicata sul sito, a beneficio di tutti i partecipanti alla selezione.
Gli aggiornamenti saranno diffusi anche su Facebook: Contamination Lab Cagliari e su Twitter: @unicaliaisonoff.

Scarica il bando dell’edizione #03 [file .pdf].

Il Contamination Lab Cagliari è finanziato grazie all’intervento INNOVA.RE – Innovazione in Rete a valere sul Por Fesr 2007-2013.

Apr 152015
 

AlloraCrealo_Marchio ufficiale-page-001Sarà Sardegna in rete: innovazione tecnologica e nuove pratiche collaborative il tema della tappa cagliaritana della rassegna “itinerante” Allora crealo! On tour, ideata per portare sul territorio il dibattito sui temi dell’imprenditorialità giovanile, dell’occupazione, della sostenibilità e dell’innovazione sociale.

L’appuntamento è per martedì 28 aprile 2015, dalle ore 16, presso la Cittadella dei musei di Cagliari.

 

Di cosa parleremo

L’ecosistema sardo dell’innovazione vive un’epoca di grande trasformazione e crescita. Spin off che testimoniano l’incontro tra mondo universitario e delle imprese, start-up che si distinguono per il loro carattere innovativo, iniziative di supporto alle imprese finanziate da soggetti pubblici (come il progetto INNOVA.RE) e privati, rivoluzione dei makers. Uno scenario di grande fermento, che vede Cagliari classificarsi nella “top ten“ delle province italiane per presenza di start up innovative.

Le tecnologie ICT in Sardegna non sono più unicamente il core business di esperienze imprenditoriali di successo, ma stanno diventando il fattore abilitante di un approccio totalmente nuovo, le cui parole chiave sono condivisione, co-creazione, reti, lavoro di squadra. Grazie a un uso virtuoso delle reti, le esperienze dimostrano che è possibile superare le distanze geografiche, abbattere i costi, imparare dalle comunità di pratica, farsi conoscere dai finanziatori.

Partendo da alcuni esempi che hanno dimostrato un impatto positivo, proveremo a riflettere su come una presenza consapevole nelle reti di prossimità e in quelle più “lunghe” contribuisca al successo delle imprese innovative. Sarà il nostro contributo alla definitiva smentita del radicato stereotipo che in Sardegna sia difficile collaborare e fare rete.

Programma

Annalisa Bonfiglio – Università di Cagliari
Flaviano Zandonai – Euricse
Gianluca Cadeddu – Centro regionale di programmazione
Stefano Immune – Invitalia
Irene Bengo – Politecnico di Milano

Le esperienze si raccontano:
Sardex – Roberto Spano
Xorovo – Salvatore Carta
Liberos – Francesca Casula

Partecipano al dibattito:
Sandra Ennas – Fablab Sardegna Ricerche
Gianni Fenu – Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Cagliari
Alice Soru – Tiscali Open Campus
Carlo Piras – StarsUp
Carla Della Volpe – Legacoop Sardegna

A fine dell’evento, Stefano Immune sarà disponibile per incontri one-to-one rivolti a quanti fossero interessati ad approfondimenti su Smart&Start Italia, la misura agevolativa per le start-up innovative ad alto contenuto tecnologico promossa da Invitalia. E’ sufficiente iscriversi tramite questo form.

L’evento è organizzato da Euricse in collaborazione con l’Università di Cagliari e con il sostegno di Invitalia.

Allora crealo! On tour, nelle sue tre tappe di Bari, Cagliari e Bologna, è stato concepito in vista dell’evento nazionale organizzato dall’Istituto europeo di ricerca Euricse che si terrà a Trento durante il Festival dell’Economia, dal 29 maggio al 2 giugno 2015.

Allora crealo! on tour
Sardegna in rete: innovazione tecnologica e nuove pratiche collaborative
Martedì 28 aprile alle 16:00
Cittadella dei musei, Aula rossa
piazza Arsenale n.1 Cagliari
Ingresso libero

CARD - Allora Crealo! - Cagliari

Mar 182015
 

pitchVenerdì 27 marzo 2015 a partire dalle 19:30 presso Open Campus Tiscali si terrà “Pitch&Drink”, evento organizzato per favorire il networking tra gli innovatori nel contesto cagliaritano dell’innovazione. Durante la serata, gli aspiranti imprenditori avranno la possibilità di presentare la propria idea di business davanti a un pubblico di appassionati e a un panel di mentor, ottenendo importanti feedback. Sei minuti di tempo per presentare il proprio progetto imprenditoriale e dieci minuti per rispondere alle domande, il tutto nel contesto informale di un aperitivo.

Per poter partecipare come startup e presentare il proprio pitch durante la serata è necessario iscriversi qui entro il 22 marzo 2015. Sono 4 le startup che verranno selezionate per la presentazione dei pitch.

Mentor della serata saranno Alice Soru, direttrice dell’Open Campus Tiscali, Roberto Massa, investment manager di The Net Value, Alessandro Onano, chief marketing officer presso MoneyFarm, Federico Pinna, co-founder e CTO di Vivocha.

L’evento è organizzato da Valentina Podda, Mario Fanari, Mattia Porta e Sara Loi: tutti gli organizzatori provengono dal ContaminationLab Cagliari.

Grazie alla partnership con European Innovation Academy tutte le startup coinvolte concorreranno per la vincita di un ticket della prossima Entrepreneurship Summer School – EIA, che si terrà a Luglio 2015 a Nizza. Sarà presente, inoltre, TIM #WCAP per promuovere la Call for Ideas 2015 partita pochi giorni fa.

L’evento è aperto a startupper, imprenditori, investitori, esperti del settore digitale e a tutti i curiosi. E’ necessario presentarsi con il ticket di iscrizione su Eventbrite. Il costo di partecipazione è di 10€, da pagare in loco.

Informazioni

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar