Dic 202016
 

7822101134_86190c8ed9Continuano le attività di UniCa in supporto alla partecipazione al bando Azioni Cluster “Top-down” di Sardegna Ricerche. Il bando finanzierà iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

Dopo gli incontri tematici di presentazione ai ricercatori e l’incontro con le imprese, UniCa supporterà, tramite la Direzione ricerca e territorio – UniCa Liaison Office, la ricerca delle imprese tramite la consultazione di database ed elenchi. UniCa potrà anche fare da tramite per il primo contatto alle imprese.

A questo link i ricercatori potranno scaricare l’elenco delle imprese che hanno manifestato interesse a far parte di cluster. Per ogni informazione di dettaglio e per un supporto nella ricerca di altre imprese si può scrivere a imprese@unica.it.


Come funziona il bando

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Possono partecipare al bando:
– uno o più organismi di ricerca (costituiti in ATI);
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti pubblici o privati.
Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti, mentre le imprese potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, previsti dal bando.

Dichiarazione di intenti a costituire l’ATI
In caso di progetti che prevedono UniCa capofila e altri organismi di ricerca come co-proponenti, è necessario compilare la dichiarazione di intenti a costituire l’ATI e allegarla alla domanda di partecipazione al bando: scarica il modulo.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017 alle ore 11.00.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili qui o scrivendo a imprese@unica.it.

Dic 072016
 

VISTA view of the newly discovered globular cluster VVV CL001 and its brighter companion

L’Università di Cagliari vuole presentarsi alle imprese e ascoltare le loro esigenze di ricerca e innovazione per partecipare insieme al bando Azioni Cluster “Top-down” di Sardegna Ricerche. Il bando finanzierà iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

L’appuntamento è per giovedì 15 dicembre 2016, dalle 15.30, presso l’Aula magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura, in via Marengo n.2 a Cagliari. Ci sarà spazio per ascoltare le idee progettuali dei ricercatori; le imprese che lo vorranno potranno a loro volta illustrare quali aspetti della loro attività desiderano innovare con il contributo dell’Università di Cagliari.

La partecipazione delle imprese all’evento è libera, ma è importante registrarsi online  a questo link. La registrazione è consigliata anche alle imprese che non potranno partecipare all’evento, ma sono comunque interessate a partecipare al bando.

 

—– Il bando in sintesi ——

Possono partecipare:
– uno o più organismi di ricerca;
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti, pubblici o privati.
Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali.

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti, mentre le imprese potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, previsti dal bando.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili qui o scrivendo a imprese@unica.it.

Nov 282016
 

SR logoAl via il bando di Sardegna Ricerche che finanzierà le azioni Cluster top-down, iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

L’Università di Cagliari ha organizzato per mercoledì 30 novembre, giovedì 1 e venerdì 2 dicembre 2016 tre incontri di presentazione. La partecipazione è libera e vivamente consigliata a tutti i docenti e ricercatori interessati a presentare progetti.

Ecco il calendario degli incontri:

mercoledì 30 novembre, ore 15.30
Sa Duchessa, aula 15 (corpo centrale, piano terra) per l’area Turismo, cultura e ambiente
Relatrici: Elena Lai e Graziana Frogheri, Settore networking Sardegna Ricerche
Introduce Maria Silvana Congiu, dirigente della Direzione per la ricerca e il territorio Università di Cagliari

giovedì 1 dicembre ore 17
Facoltà di Ingegneria e architettura, Aula Magna per le aree: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Aerospazio
Relatori: Giorgio Pisanu, direttore Sardegna Ricerche ed Elena Lai, Settore networking
Introduce Annalisa Bonfiglio, prorettore per il territorio e l’innovazione Università di Cagliari

venerdì 2 dicembre, ore 12.30
Cittadella Universitaria, aula C (piano terra) per le aree: Biomedicina, Agroindustria
Relatrice: Elena Lai, Settore networking Sardegna Ricerche
Introduce Annalisa Bonfiglio, prorettore per il territorio e l’innovazione Università di Cagliari

Fino a giovedì 8 dicembre sarà possibile compilare il form disponibile a questo link per la raccolta delle idee progettuali con le quali si intende partecipare al bando. Le informazioni raccolte verranno diffuse alle imprese che UniCa inviterà a partecipare all’evento di presentazione, in programma indicativamente per metà dicembre.


Come funziona il bando:

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

I progetti potranno avere una durata massima di 30 mesi dalla firma della convenzione.

Possono partecipare ai Progetti Cluster top-down:
– uno o più organismi di ricerca (se più, costituiti in ATI), che svolgerà il ruolo di soggetto attuatore;
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti, pubblici o privati, che, per l’attività che svolgono, portano un contributo al progetto in qualità di partner.

Il Soggetto proponente deve obbligatoriamente essere un (o più, se in ATI) organismo di ricerca. L’organismo di ricerca, responsabile dell’attuazione, deve garantire che il gruppo di imprese sia sempre costituito da minimo 5 imprese.

Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali. Non sussistono limiti di partecipazione per gli organismi di ricerca.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto. Le imprese aderenti sono destinatarie dell’attività e non ricevono alcun contributo finanziario per la partecipazione, ma potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, ai sensi dell’art.5 del bando.

I progetti saranno ammessi, secondo la procedura a graduatoria, fino all’esaurimento dei fondi. Saranno ammesse solo le proposte che avranno riportato una valutazione di almeno 60/100. La dotazione finanziaria è pari a 9.500.000 euro.

I risultati finali del progetto resteranno proprietà di Sardegna Ricerche e della Regione Autonoma della Sardegna, ma saranno messi a disposizione delle imprese secondo criteri non discriminatori. L’intervento si inserisce all’interno del POR Sardegna FESR 2014-2020 – Asse I “Ricerca Scientifica, Sviluppo e Innovazione”.

La domanda di partecipazione, redatta utilizzando la modulistica disponibile a questo link, dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017 alle ore 11:00.

A questo link sono pubblicate anche le risposte alle FAQ – Frequently asked questions.

Link a Bando e modulistica.

La notizia completa sul sito di Sardegna Ricerche.

Informazioni:
Unica Liaison Office è disponibile a fornire la prima assistenza tramite il recapito email unicaliaisonoffice@unica.it.

Feb 052015
 

SR logoSardegna Ricerche, partner del progetto BioTTasa, organizza tra febbraio e marzo a Pula una Winter School sul tema del trasferimento tecnologico nel settore delle biotecnologie.

Attraverso lezioni frontali, attività dedicate all’interazione dei partecipanti e analisi di case study, la Winter School si propone di intervenire nelle prime fasi di scoperta e validazione di una tecnologia, accompagnando il ricercatore nella definizione dell’ipotesi, nella validazione della tecnologia e nell’identificazione del mercato, verso la creazione di nuova impresa.

Sono previsti due moduli formativi che si articoleranno su tre giornate: dall’11 al 13 febbraio e dall’11 al 13 marzo 2015.

La scuola è aperta a ricercatori e imprese biotech interessate alle tematiche proposte.

Informazioni sul primo modulo
Programma della winter school [file .pdf]

Informazioni:
Marcella Dalla Cia dallacia@sardegnaricerche.it
Annarita Ricco ricco@sardegnaricerche.it
Carla Zuddas zuddas@sardegnaricerche.it

Settore Promozione e sviluppo del Parco scientifico e tecnologico
Sardegna Ricerche, Edificio 2
Loc. Piscinamanna – 09010 Pula (CA) – Italia
Tel. +39 070 9243.1 – Fax +39 070 9243.2203

Gen 302015
 

bonificheGiovedì 5 febbraio 2015 si terrà a Cagliari l’incontro “Bonifiche, recupero ambientale e sviluppo del territorio: le competenze della ricerca scientifica trasferite alle imprese per sviluppare innovazione”.
L’appuntamento è alle ore 15:00 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Scienze chimiche e geologiche dell’Università di Cagliari, in via Trentino n. 51.

L’incontro è aperto alle imprese che partecipano ai cluster di Sardegna Ricerche SMERI, SMARTGEO e INNO e a tutti coloro che sono interessati alle tematiche trattate. La giornata offrirà l’occasione per fare il punto sul tema delle bonifiche ambientali, sulle potenzialità e le opportunità esistenti nel mercato sardo e per conoscere le attività connesse ai progetti cluster di Sardegna Ricerche.

All’incontro seguirà, venerdì 6 febbraio, la visita del campo sperimentale di Naracauli, nella miniera di Ingurtosu ad Arbus (VS). La visita sarà guidata dall’equipe di esperti SMERI e coordinata dal responsabile scientifico del progetto Giovanni De Giudici.

Maggiori informazioni sulla pagina dedicata al progetto sul sito di Sardegna Ricerche.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar