Ott 242017
 

Sono 18 su 57 i progetti presentati da UniCa e finanziati nell’ambito del bando Azioni Cluster “Top-down”. 22 sono i progetti valutati idonei ma non immediatamente finanziati per ragioni di capienza del budget. 4, infine, i progetti finanziati ai quali UniCa partecipa come soggetto non capofila.

Il bando, emanato da Sardegna Ricerche nel novembre 2016, finanziava iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

Per partecipare al bando bisognava coinvolgere almeno cinque imprese e prevedere facoltativamente la collaborazione di altri altri organismi di ricerca e soggetti pubblici o privati.

Dopo gli incontri tematici di presentazione ai ricercatori e alle imprese, UniCa ha supportato, tramite la Direzione ricerca e territorio – UniCa Liaison Office, la ricerca delle imprese tramite la consultazione di database ed elenchi.

Ecco il dettaglio dei 18 progetti di UniCa immediatamente finanziati:

DoUtDes – Trasferimento di tecnologie e competenze di Business Intelligence alle aziende dei settori innovativi e tradizionali
Responsabile scientifico: Salvatore Mario Carta, Dipartimento di Matematica e Informatica

TESTARE – TEcnologie e STrumenti di cARatterizzazione e gestione avanzata dell’ambientE
Responsabile scientifico:  Giovanni De Giudici, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

SardCoin: technologe blockchain a supporto del turismo in Sardegna
Responsabile scientifico: Michele Marchesi, Dipartimento di Matematica e Informatica

SMARTPOLYGEN – Sviluppo di Microreti Polienergetiche Intelligenti
Responsabile scientifico: Emilio Ghiani, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

PRELuDE3 – PRotocollo ELaborazione Dati per l’Efficienza Energetica in Edilizia
Responsabile scientifico: Antonello Sanna, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

PACPAC – Point-And Click per Patrimonio Ambientale e Culturale
Responsabile scientifico: Ivan Blecic, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

SIMPLE – StrumentI e Modelli per La mobilità sostenibilE
Responsabile scientifico: Luigi Atzori, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

PLES (Prodotti Locali per l’Edilizia Sostenibile)
Responsabile scientifico: Giovanna Concu, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

MuseoCagliari.it – Itinerari culturali smart: piattaforma open-data delle architetture di qualità, sviluppo di Itinerari turistico-culturali e di App per la visita
Responsabile scientifico: Paolo Sanjust, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

IBERNAT-NBL Identificazione di bersagli molecolari per lo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per il neuroblastoma
Responsabile scientifico: Pierluigi Onali, Dipartimento di Scienze Biomediche

MEISAR – Materiali per l’edilizia e le infrastrutture sostenibili – gli aggregati riciclati
Responsabile scientifico: Luisa Pani, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

DigitArch – Dal reale al digitale: acquisizione e rappresentazione realistica ai fini della modellazione d’interni
Responsabile scientifico: Cristian Perra, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

DoMoMEA – Tele-riabiliazione Domiciliare neuroMotoria a favore dei soggetti con esiti di ictus cerebrale a disabilità Moderata mediante dispositivi Elettronici Avanzati
Responsabile scientifico: Danilo Pani, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

COMISAR – COltivazione di ceppi MIcroalgali SARdi per applicazioni innovative nei settori agro-alimentare, nutraCeutico, cosmetico e ambientale
Responsabile scientifico: Giacomo Cao, Centro Interdipartimentale di Ingegneria e Scienze Ambientali (CINSA)

VIRTUALENERGY – Sviluppo di sistemi per l’aggregazione, il coordinamento e l’ottimizzazione di un Virtual Power Plant
Responsabile scientifico: Maurizio Murroni, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

SEMI – Sistemi Efficienti ed affidabili per il Monitoraggio e la gestione Intelligente dell’energia elettrica
Responsabile scientifico: Sara Sulis, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

AI-Textiles – Intelligenza Artificiale e Tessuti intelligenti: Tecnologie e Applicazioni
Responsabile scientifico: Fabio Roli, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

SAVE – Sviluppo di soluzioni IoT per la gestione AVanzata dell’Energia
Responsabile scientifico: Daniele Giusto, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

 

Ecco i 22 progetti valutati idonei ma non immediatamente finanziati:

QualityPharmaLab – Assicurazione Qualità e Ottimizzazione Procedure Operative del Laboratorio Galenico delle Farmacie

CON.BE.CU – Conservazione sostenibile dei Beni Culturali della Sardegna: aspetti tecnico scientifici ed operativi nel restauro dei materiali lapidei

SOLGESEA – Solare di nuova generazione per la sostenibilità energetica e ambientale

NANOFITOSALUS – Nanoincorporazione di Antiossidanti Naturali per l’Ottenimento di FITOformulati SALUtistici dal CrocuS

TERRAS – Turismo Esperenziale Reti Rurali e Azioni Sostenibili

HeSarNet – Helium Sardinian Network

pERcEPT – Nuovi metodi elettro-ottici per il rilevamento in situ dei metalli pesanti

PRAXIS – Materiali locali, processi tecnologici, sviluppo di attività di ricerca applicata per la validazione di elementi costruttivi innovativi per l’edilizia sostenibile

S2FINTECH – Smart&Safe FinTech: Intelligenza Artificiale e Sicurezza Informatica per i Servizi Finanziari

TERROIR – Turismo Enologico: Rete Regionale Operatori per l’Innovazione e la Ricerca

SARDOIL – Sardinian oil supply chain: Smart Tracking and Optimization

ReSO – Recupero degli Scarti Oleari per lo sviluppo di nanoformulati cosmetici, alimentari e nutraceutici

SMART – Strumenti manageriali per le imprese turistico ricettivo

HEALTHYCHEESE – Valutazione delle qualità nutrizionali di cibi funzionali lattiero-caseari naturalmente arricchiti in omega-3 e acido linoleico coniugato (CLA)

TRAPS – Biomarcatori per l’autenticazione, la tracciabilità e la garanzia di qualità del Pecorino Sardo DOP

INNOVILAT – Metabolomica applicata alla valorizzazione del latte e del siero ovino in polvere destinato al consumo umano

MICE4CHINA – Sperimentazione di prodotti innovativi e di reti d’imprese del segmento MICE (Meeting, Incentive, Congress and Exhibitions) della Sardegna destinati al mercato cinese

VObiS – Valutazione Obiettiva della Sensibilità gustativa per strategie nutrizionali intelligenti

COESA  – Componenti Edilizi Sardi nellaBioeconomia Circolare, a base di risorse rinnovabili o di processi di riciclo, per l’Edilizia a Quasi Zero Energia (nZEB) in ambito mediterraneo

SMarTT – Tecnologie per la valorizzazione e l’estensione della shelf life del Tonno Rosso e trasformati ittici ad elevata valenza salutistica

SupermagMet Recovery & Recycling   –  Recupero  e valorizzazione sostenibile dei metalli critici da “supermagneti” al neodimio

PRODEGRADU  Prodotti derivati da grano duro: tecnologie innovative

 

Ecco, infine, i progetti nei quali UniCa compare in qualità di altro organismo di ricerca (non capofila):

Tecnomugilag – Trasferimento alle aziende operanti in laguna delle tecniche di riproduzione e di allevamento in ambiente controllato di Mugil cephalus
Con: Fondazione IMC Centro Marino Internazionale ONLUS, AGRIS Ricerca Sardegna e Università degli studi di Sassari

GA-VINO – Metodi e tecnologie per una gestione innovativa e sostenibile della risorsa idrica nel vigneto
Con: Università degli studi di Sassari, AGRIS Ricerca Sardegna e Consiglio Nazionale delle Ricerche

REALTIME CHECK IV GAMMA – Sistemi di monitoraggio rapido della qualità e dell’idoneità igienico-sanitaria di prodotti di IV Gamma, per l’individuazione e la gestione in tempo reale delle criticità lungo la filiera produttiva
Con: Consiglio Nazionale delle Ricerche

RADARDRONE – Radar modulari per il controllo di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto
Con: INAF Osservatorio Astronomico di Cagliari

Ott 152017
 

È stato pubblicato un nuovo avviso del “Programma di ricerca e sviluppo per l’integrazione della filiera biomed“. Il bando ha l’obiettivo di favorire un più ampio utilizzo dei laboratori e delle piattaforme di ricerca pubbliche del settore biomedicina attraverso il finanziamento di piccoli progetti di ricerca e sviluppo.

Sono beneficiarie le imprese di qualsiasi dimensione con sede operativa in Sardegna che propongano un progetto di ricerca e sviluppo da realizzare anche attraverso l’utilizzo dei laboratori e delle piattaforme appartenenti a strutture di ricerca pubbliche sarde.

I progetti di ricerca dovranno riguardare le tematiche del settore della biomedicina: 1. Tecnologie omiche per la medicina personalizzata, 2. Sviluppo di nuovi farmaci e diagnostici, 3. Medicina veterinaria e 4. Tecnologie di informatica biomedica.

Il programma prevede una procedura valutativa a graduatoria. Per partecipare è necessario far pervenire le domande entro le ore 12:00 del 24 novembre 2017.

Il bando completo è disponibile a questo link.

Dic 202016
 

7822101134_86190c8ed9Continuano le attività di UniCa in supporto alla partecipazione al bando Azioni Cluster “Top-down” di Sardegna Ricerche. Il bando finanzierà iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

Dopo gli incontri tematici di presentazione ai ricercatori e l’incontro con le imprese, UniCa supporterà, tramite la Direzione ricerca e territorio – UniCa Liaison Office, la ricerca delle imprese tramite la consultazione di database ed elenchi. UniCa potrà anche fare da tramite per il primo contatto alle imprese.

A questo link i ricercatori potranno scaricare l’elenco delle imprese che hanno manifestato interesse a far parte di cluster. Per ogni informazione di dettaglio e per un supporto nella ricerca di altre imprese si può scrivere a imprese@unica.it.


Come funziona il bando

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Possono partecipare al bando:
– uno o più organismi di ricerca (costituiti in ATI);
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti pubblici o privati.
Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti, mentre le imprese potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, previsti dal bando.

Dichiarazione di intenti a costituire l’ATI
In caso di progetti che prevedono UniCa capofila e altri organismi di ricerca come co-proponenti, è necessario compilare la dichiarazione di intenti a costituire l’ATI e allegarla alla domanda di partecipazione al bando: scarica il modulo.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017 alle ore 11.00.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili qui o scrivendo a imprese@unica.it.

Dic 072016
 

VISTA view of the newly discovered globular cluster VVV CL001 and its brighter companion

L’Università di Cagliari vuole presentarsi alle imprese e ascoltare le loro esigenze di ricerca e innovazione per partecipare insieme al bando Azioni Cluster “Top-down” di Sardegna Ricerche. Il bando finanzierà iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

L’appuntamento è per giovedì 15 dicembre 2016, dalle 15.30, presso l’Aula magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura, in via Marengo n.2 a Cagliari. Ci sarà spazio per ascoltare le idee progettuali dei ricercatori; le imprese che lo vorranno potranno a loro volta illustrare quali aspetti della loro attività desiderano innovare con il contributo dell’Università di Cagliari.

La partecipazione delle imprese all’evento è libera, ma è importante registrarsi online  a questo link. La registrazione è consigliata anche alle imprese che non potranno partecipare all’evento, ma sono comunque interessate a partecipare al bando.

 

—– Il bando in sintesi ——

Possono partecipare:
– uno o più organismi di ricerca;
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti, pubblici o privati.
Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali.

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti, mentre le imprese potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, previsti dal bando.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili qui o scrivendo a imprese@unica.it.

Nov 282016
 

SR logoAl via il bando di Sardegna Ricerche che finanzierà le azioni Cluster top-down, iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

L’Università di Cagliari ha organizzato per mercoledì 30 novembre, giovedì 1 e venerdì 2 dicembre 2016 tre incontri di presentazione. La partecipazione è libera e vivamente consigliata a tutti i docenti e ricercatori interessati a presentare progetti.

Ecco il calendario degli incontri:

mercoledì 30 novembre, ore 15.30
Sa Duchessa, aula 15 (corpo centrale, piano terra) per l’area Turismo, cultura e ambiente
Relatrici: Elena Lai e Graziana Frogheri, Settore networking Sardegna Ricerche
Introduce Maria Silvana Congiu, dirigente della Direzione per la ricerca e il territorio Università di Cagliari

giovedì 1 dicembre ore 17
Facoltà di Ingegneria e architettura, Aula Magna per le aree: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Aerospazio
Relatori: Giorgio Pisanu, direttore Sardegna Ricerche ed Elena Lai, Settore networking
Introduce Annalisa Bonfiglio, prorettore per il territorio e l’innovazione Università di Cagliari

venerdì 2 dicembre, ore 12.30
Cittadella Universitaria, aula C (piano terra) per le aree: Biomedicina, Agroindustria
Relatrice: Elena Lai, Settore networking Sardegna Ricerche
Introduce Annalisa Bonfiglio, prorettore per il territorio e l’innovazione Università di Cagliari

Fino a giovedì 8 dicembre sarà possibile compilare il form disponibile a questo link per la raccolta delle idee progettuali con le quali si intende partecipare al bando. Le informazioni raccolte verranno diffuse alle imprese che UniCa inviterà a partecipare all’evento di presentazione, in programma indicativamente per metà dicembre.


Come funziona il bando:

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

I progetti potranno avere una durata massima di 30 mesi dalla firma della convenzione.

Possono partecipare ai Progetti Cluster top-down:
– uno o più organismi di ricerca (se più, costituiti in ATI), che svolgerà il ruolo di soggetto attuatore;
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti, pubblici o privati, che, per l’attività che svolgono, portano un contributo al progetto in qualità di partner.

Il Soggetto proponente deve obbligatoriamente essere un (o più, se in ATI) organismo di ricerca. L’organismo di ricerca, responsabile dell’attuazione, deve garantire che il gruppo di imprese sia sempre costituito da minimo 5 imprese.

Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali. Non sussistono limiti di partecipazione per gli organismi di ricerca.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto. Le imprese aderenti sono destinatarie dell’attività e non ricevono alcun contributo finanziario per la partecipazione, ma potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, ai sensi dell’art.5 del bando.

I progetti saranno ammessi, secondo la procedura a graduatoria, fino all’esaurimento dei fondi. Saranno ammesse solo le proposte che avranno riportato una valutazione di almeno 60/100. La dotazione finanziaria è pari a 9.500.000 euro.

I risultati finali del progetto resteranno proprietà di Sardegna Ricerche e della Regione Autonoma della Sardegna, ma saranno messi a disposizione delle imprese secondo criteri non discriminatori. L’intervento si inserisce all’interno del POR Sardegna FESR 2014-2020 – Asse I “Ricerca Scientifica, Sviluppo e Innovazione”.

La domanda di partecipazione, redatta utilizzando la modulistica disponibile a questo link, dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017 alle ore 11:00.

A questo link sono pubblicate anche le risposte alle FAQ – Frequently asked questions.

Link a Bando e modulistica.

La notizia completa sul sito di Sardegna Ricerche.

Informazioni:
Unica Liaison Office è disponibile a fornire la prima assistenza tramite il recapito email unicaliaisonoffice@unica.it.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar