Giu 252019
 

Un’etichetta intelligente da applicare al packaging di un prodotto, capace di monitorarne le condizioni di conservazione sfruttando gli effetti della Luminescenza otticamente stimolata: è questa l’invenzione, sviluppata dal team composto dagli inventori Carlo Ricci, Daniele Chiriu e Carlo Maria Carbonaro del Dipartimento di Fisica e brevettata grazie al supporto di Unica Liaison Office, selezionata fra 119 candidati da 36 università e centri di ricerca per la prima edizione dell’Intellectual Property Award 2019.

L’appuntamento è il 26 giugno 2019 a Torino per la finale del concorso organizzato dall’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del MISE e dal Network per la valorizzazione della ricerca universitaria – NETVAL per valorizzare la creatività degli inventori di Università ed enti pubblici di ricerca italiani.

Nell’Aula Magna Politecnico di Torino, il prof. Ricci dovrà confrontarsi con gli altri due finalisti della macro-categoria ICT, Intelligenza Artificiale, IoT, Big Data, Logistica, Costruzioni presentando in un pitch la propria tecnologia. La commissione sceglierà per ciascuna delle due macro-aree un vincitore, al quale verrà attribuito il premio: 10.000 euro che l’ente di ricerca potrà utilizzare per la valorizzazione della tecnologia brevettata.

Durante la giornata si terrà anche il lancio ufficiale di Knowledgeshare, la piattaforma dei brevetti delle università e centri di ricerca italiani, che rappresenta un caso di best practice internazionale di trasferimento tecnologico per collegare l’innovazione nata dalla Ricerca pubblica al mondo industriale. Unica è presente al momento su Knowledgeshare con 19 brevetti.

I sei finalisti Intellectual Property Award 2019, suddivisi nelle due macro-aree, sono:

AREA: ICT, Intelligenza Artificiale, IoT, Big Data, Logistica, Costruzioni

  1. CIRCUITO DI RISOLUZIONE DI PROBLEMI MATEMATICI COMPRENDENTE ELEMENTI RESISTIVI
    Politecnico di Milano
  2. MATERIALE PER BLOCCHI ECOCOMPATIBILI E RELATIVO METODO
    Università degli Studi di Firenze
  3. DISPOSITIVO CONFORMATO AD ETICHETTA ATTO AD ESSERE APPLICATO SU UN OGGETTO PER MONITORARE L’ANDAMENTO NEL TEMPO DELLA TEMPERATURA DELL’OGGETTO, E PROCEDIMENTO PER DETTO MONITORAGGIO
    Università degli Studi di Cagliari

AREA: Life Science, dispositivi medicali, chimica

  1. NUOVA TECNICA DI IMAGING PLENOTTICO Università degli studi di Bari
  2. Metodo per separare e recuperare polietilene e alluminio da un materiale poliaccoppiato
    Università degli Studi di Bologna
  3. COMPOSIZIONE DI RIVESTIMENTO CON ATTIVITA’ ANTIMICROBICA E ANTISALINA
    Università degli Studi di Perugia

La vetrina dei brevetti di UNICA sulla piattaforma Knowledge Share

Il link al programma dell’evento e al form di registrazione

Mag 142018
 

Nella seduta del 22 marzo 2018 il Consiglio dell’Ordine  dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Cagliari ha concesso, su richiesta dell’Università degli Studi di Cagliari, il proprio patrocinio all’iniziativa a sostegno della nascita e dello sviluppo delle junior spin off dell’Ateneo di Cagliari.

Il patrocinio dell’Ordine consiste nel promuovere l’iniziativa nei confronti dei propri iscritti, i quali  si impegneranno ad offrire supporto gratuito a favore delle junior spin off dell’Ateneo.

I dottori commercialisti interessati sono invitati ad inviare al seguente indirizzo e-mail unicaliaisonoffice@unica.it la propria manifestazione di interesse.

Ulteriori informazioni  sono disponibili a questo link o rivolgendosi direttamente al Liaison Office d’Ateneo telefonando al numero 070 675603.

Ott 242017
 

Sono 18 su 57 i progetti presentati da UniCa e finanziati nell’ambito del bando Azioni Cluster “Top-down”. 22 sono i progetti valutati idonei ma non immediatamente finanziati per ragioni di capienza del budget. 4, infine, i progetti finanziati ai quali UniCa partecipa come soggetto non capofila.

Il bando, emanato da Sardegna Ricerche nel novembre 2016, finanziava iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

Per partecipare al bando bisognava coinvolgere almeno cinque imprese e prevedere facoltativamente la collaborazione di altri altri organismi di ricerca e soggetti pubblici o privati.

Dopo gli incontri tematici di presentazione ai ricercatori e alle imprese, UniCa ha supportato, tramite la Direzione ricerca e territorio – UniCa Liaison Office, la ricerca delle imprese tramite la consultazione di database ed elenchi.

Ecco il dettaglio dei 18 progetti di UniCa immediatamente finanziati:

DoUtDes – Trasferimento di tecnologie e competenze di Business Intelligence alle aziende dei settori innovativi e tradizionali
Responsabile scientifico: Salvatore Mario Carta, Dipartimento di Matematica e Informatica

TESTARE – TEcnologie e STrumenti di cARatterizzazione e gestione avanzata dell’ambientE
Responsabile scientifico:  Giovanni De Giudici, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche

SardCoin: technologe blockchain a supporto del turismo in Sardegna
Responsabile scientifico: Michele Marchesi, Dipartimento di Matematica e Informatica

SMARTPOLYGEN – Sviluppo di Microreti Polienergetiche Intelligenti
Responsabile scientifico: Emilio Ghiani, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

PRELuDE3 – PRotocollo ELaborazione Dati per l’Efficienza Energetica in Edilizia
Responsabile scientifico: Antonello Sanna, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

PACPAC – Point-And Click per Patrimonio Ambientale e Culturale
Responsabile scientifico: Ivan Blecic, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

SIMPLE – StrumentI e Modelli per La mobilità sostenibilE
Responsabile scientifico: Luigi Atzori, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

PLES (Prodotti Locali per l’Edilizia Sostenibile)
Responsabile scientifico: Giovanna Concu, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

MuseoCagliari.it – Itinerari culturali smart: piattaforma open-data delle architetture di qualità, sviluppo di Itinerari turistico-culturali e di App per la visita
Responsabile scientifico: Paolo Sanjust, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

IBERNAT-NBL Identificazione di bersagli molecolari per lo sviluppo di nuove strategie terapeutiche per il neuroblastoma
Responsabile scientifico: Pierluigi Onali, Dipartimento di Scienze Biomediche

MEISAR – Materiali per l’edilizia e le infrastrutture sostenibili – gli aggregati riciclati
Responsabile scientifico: Luisa Pani, Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura

DigitArch – Dal reale al digitale: acquisizione e rappresentazione realistica ai fini della modellazione d’interni
Responsabile scientifico: Cristian Perra, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

DoMoMEA – Tele-riabiliazione Domiciliare neuroMotoria a favore dei soggetti con esiti di ictus cerebrale a disabilità Moderata mediante dispositivi Elettronici Avanzati
Responsabile scientifico: Danilo Pani, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

COMISAR – COltivazione di ceppi MIcroalgali SARdi per applicazioni innovative nei settori agro-alimentare, nutraCeutico, cosmetico e ambientale
Responsabile scientifico: Giacomo Cao, Centro Interdipartimentale di Ingegneria e Scienze Ambientali (CINSA)

VIRTUALENERGY – Sviluppo di sistemi per l’aggregazione, il coordinamento e l’ottimizzazione di un Virtual Power Plant
Responsabile scientifico: Maurizio Murroni, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

SEMI – Sistemi Efficienti ed affidabili per il Monitoraggio e la gestione Intelligente dell’energia elettrica
Responsabile scientifico: Sara Sulis, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

AI-Textiles – Intelligenza Artificiale e Tessuti intelligenti: Tecnologie e Applicazioni
Responsabile scientifico: Fabio Roli, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

SAVE – Sviluppo di soluzioni IoT per la gestione AVanzata dell’Energia
Responsabile scientifico: Daniele Giusto, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica

 

Ecco i 22 progetti valutati idonei ma non immediatamente finanziati:

QualityPharmaLab – Assicurazione Qualità e Ottimizzazione Procedure Operative del Laboratorio Galenico delle Farmacie

CON.BE.CU – Conservazione sostenibile dei Beni Culturali della Sardegna: aspetti tecnico scientifici ed operativi nel restauro dei materiali lapidei

SOLGESEA – Solare di nuova generazione per la sostenibilità energetica e ambientale

NANOFITOSALUS – Nanoincorporazione di Antiossidanti Naturali per l’Ottenimento di FITOformulati SALUtistici dal CrocuS

TERRAS – Turismo Esperenziale Reti Rurali e Azioni Sostenibili

HeSarNet – Helium Sardinian Network

pERcEPT – Nuovi metodi elettro-ottici per il rilevamento in situ dei metalli pesanti

PRAXIS – Materiali locali, processi tecnologici, sviluppo di attività di ricerca applicata per la validazione di elementi costruttivi innovativi per l’edilizia sostenibile

S2FINTECH – Smart&Safe FinTech: Intelligenza Artificiale e Sicurezza Informatica per i Servizi Finanziari

TERROIR – Turismo Enologico: Rete Regionale Operatori per l’Innovazione e la Ricerca

SARDOIL – Sardinian oil supply chain: Smart Tracking and Optimization

ReSO – Recupero degli Scarti Oleari per lo sviluppo di nanoformulati cosmetici, alimentari e nutraceutici

SMART – Strumenti manageriali per le imprese turistico ricettivo

HEALTHYCHEESE – Valutazione delle qualità nutrizionali di cibi funzionali lattiero-caseari naturalmente arricchiti in omega-3 e acido linoleico coniugato (CLA)

TRAPS – Biomarcatori per l’autenticazione, la tracciabilità e la garanzia di qualità del Pecorino Sardo DOP

INNOVILAT – Metabolomica applicata alla valorizzazione del latte e del siero ovino in polvere destinato al consumo umano

MICE4CHINA – Sperimentazione di prodotti innovativi e di reti d’imprese del segmento MICE (Meeting, Incentive, Congress and Exhibitions) della Sardegna destinati al mercato cinese

VObiS – Valutazione Obiettiva della Sensibilità gustativa per strategie nutrizionali intelligenti

COESA  – Componenti Edilizi Sardi nellaBioeconomia Circolare, a base di risorse rinnovabili o di processi di riciclo, per l’Edilizia a Quasi Zero Energia (nZEB) in ambito mediterraneo

SMarTT – Tecnologie per la valorizzazione e l’estensione della shelf life del Tonno Rosso e trasformati ittici ad elevata valenza salutistica

SupermagMet Recovery & Recycling   –  Recupero  e valorizzazione sostenibile dei metalli critici da “supermagneti” al neodimio

PRODEGRADU  Prodotti derivati da grano duro: tecnologie innovative

 

Ecco, infine, i progetti nei quali UniCa compare in qualità di altro organismo di ricerca (non capofila):

Tecnomugilag – Trasferimento alle aziende operanti in laguna delle tecniche di riproduzione e di allevamento in ambiente controllato di Mugil cephalus
Con: Fondazione IMC Centro Marino Internazionale ONLUS, AGRIS Ricerca Sardegna e Università degli studi di Sassari

GA-VINO – Metodi e tecnologie per una gestione innovativa e sostenibile della risorsa idrica nel vigneto
Con: Università degli studi di Sassari, AGRIS Ricerca Sardegna e Consiglio Nazionale delle Ricerche

REALTIME CHECK IV GAMMA – Sistemi di monitoraggio rapido della qualità e dell’idoneità igienico-sanitaria di prodotti di IV Gamma, per l’individuazione e la gestione in tempo reale delle criticità lungo la filiera produttiva
Con: Consiglio Nazionale delle Ricerche

RADARDRONE – Radar modulari per il controllo di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto
Con: INAF Osservatorio Astronomico di Cagliari

Dic 232016
 

lightbulb-rdLa legge di Stabilità 2017 modifica la disciplina del credito di imposta per le imprese che effettuano attività di ricerca e sviluppo.

L’agevolazione passa dal 25% al 50% delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media degli investimenti in ricerca e sviluppo realizzati nei tre periodi d’imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015. Viene inoltre prorogata fino al 2020 la durata dell’agevolazione e si introduce la detrazione al 50% per tutto il personale altamente specializzato.

Con la Legge di Bilancio 2017 viene ampliato l’ambito di applicazione del bonus previsto dal dl 145/2013, per favorire le attività di ricerca e sviluppo svolte da imprese che operano sul territorio nazionale in base a contratti di committenza con imprese residenti o localizzate in altri Stati membri dell’Unione europea, negli Stati aderenti all’accordo sullo Spazio economico europeo o in Stati inclusi nella cosiddetta white list.

In particolare:

  • rientrano nell’agevolazione le spese relative a tutto il personale impiegato in attività di ricerca e sviluppo, sia altamente qualificato sia tecnico;
  • sale dal 25% al 50% della spesa l’importo del bonus;
  • passa da 5 a 20 milioni l’ammontare utilizzabile;
  • si chiarisce che il credito è utilizzabile soltanto a decorrere dal periodo d’imposta successivo a  quello nel quale sono state sostenute le spese;
  • si porta la scadenza dell’agevolazione alle spese effettuate fino al 31 dicembre 2020.

Fonte: Fisco e Tasse

Ott 282016
 

startup-593341_960_720È stata emanata con D.R. n. 11 del 06/10/2016 la nuova versione del Regolamento spin off dell’Università di Cagliari. La revisione è frutto del lavoro della Commissione tecnica brevetti e spin off, con il supporto di Unica Liaison Office.

Tra gli obiettivi della revisione, offrire maggiore chiarezza, recepire la normativa nazionale e armonizzare il testo agli altri regolamenti di ateneo.

Ecco alcune delle principali novità introdotte:

  • è stata ideata una nuova tipologia di spin off: il junior spin off. Possono esserne proponenti gli studenti iscritti a un corso di laurea triennale o magistrale o gli iscritti a un corso di dottorato, di specializzazione o master dell’Università. Ancora, possono proporre un junior spin off gli assegnisti di ricerca, i titolari di borse post lauream o post doc e gli studenti iscritti a percorsi formativi ad accesso selettivo inerenti la creazione di imprese innovative (o persone che abbiano già completato questo percorso).
  • L’iniziativa di proporre la costituzione di uno spin off accademico o universitario è aperta ora anche ai Ricercatori a Tempo determinato e ai Tecnologi.
  • Gli spin off accademici e junior possono ora costituirsi anche nella forma di società cooperativa.
  • Possono accreditarsi come società spin off di tipo accademico o junior società costituite da meno di 18 mesi, purché iscritte nella sezione speciale “Start Up innovative” del Registro delle imprese.
  • Per quanto riguarda la procedura di autorizzazione delle società spin off, è stato introdotto il parere obbligatorio e non vincolante del Consiglio di Dipartimento sulla presenza di potenziali conflitti di interesse tra l’attività d’impresa e le attività in “conto terzi” svolte presso il Dipartimento di afferenza.
  • Il nuovo regolamento stabilisce infine che lo status di spin off duri al massimo 5 anni, salvo proroga concessa dal Consiglio di Amministrazione dell’Università.

Consulta il nuovo regolamento spin off e la modulistica aggiornata.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar