Ago 102017
 

Ecco le 15 idee di impresa che potranno partecipare alla Tech Week, la terza e più impegnativa fase della Start Cup Sardegna 2017.

Partecipano alla terza fase:

3W house
BioPetAntimicrobials
BonEATo
Business Creator
Cleeko
CRUISEadvisors.it, informati, scegli, salpa!
Edilcozze
Heart of Sardinia
Hole Silent System
Il Fico d’India per la produzione di cosmetici naturali
Malia Delivery
MindPot
MO.NAT
Osteo-Lab
Waggin

Il percorso si terrà a Sassari dal 18 al 22 settembre e prevede un accompagnamento orientato a favorire l’acquisizione da parte dei team di competenze tecniche e manageriali per una pianificazione efficace della propria proposta di business. In particolare verrà approfondita la pianificazione economico-finanziaria.

L’intervento di tutoraggio sarà realizzato nei confronti di ogni gruppo e includerà una fase di raffinamento dell’idea imprenditoriale, sessioni di brainstorming e il vero e proprio supporto alla preparazione della presentazione della business idea.

Al termine saranno selezionati i migliori 5 progetti che andranno direttamente alla finale SCS 2017.

Info sul sito di Start Cup Sardegna

Mag 302017
 

In occasione della sua inaugurazione, mercoledì 31 maggio a partire dalle ore 15.00 il CREA UniCa – Centro Servizi di Ateneo per l’innovazione e l’imprenditorialità dell’Università di Cagliari ospiterà la terza edizione di UniCa & Imprese, l’evento che, dal 2015, favorisce l’incontro e la collaborazione tra l’Università di Cagliari e le imprese.

Appuntamento in via Ospedale 121 Cagliari. Iscrizioni online a questo link: http://bit.ly/2rYJnYF

Il nuovo Centro dell’Ateneo Cagliaritano farà da polo d’incontro tra finanziatori, stakeholders nazionali e internazionali e idee e progetti innovativi sviluppati all’interno dell’Università cagliaritana, creando un collegamento fra studenti, ricercatori e imprenditori operanti a livello locale e mondiale.

Durante il pomeriggio, le imprese potranno incontrare i ricercatori di UniCa: oltre 40 docenti e ricercatori provenienti da tutte le principali aree scientifico disciplinari dell’ateneo esporranno temi di ricerca e illustreranno know how e prototipi. Ma le imprese potranno anche scoprire come avviare una collaborazione con l’ateneo cagliaritano: durante l’evento verrà infatti presentato un set completo di servizi e opportunità, dallo sfruttamento della proprietà intellettuale al job placement, dai dottorati di ricerca in azienda ai finanziamenti per progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

Sardegna Ricerche e Assessorato regionale della programmazione, bilancio, credito e assetto del territorio illustreranno servizi e opportunità di finanziamento per le imprese; l’Agenzia Regionale Laore e l’Assessorato regionale dell’Agricoltura illustreranno i Bandi sulla multifunzionalità e innovazione a valere sui fondi del PSR 2014/2020. Spazio anche per JECA, Junior Enterprise Cagliari, associazione nata sulla base di un format diffuso in tutti i principali atenei italiani con lo scopo di avvicinare gli studenti al mondo del lavoro, rendendoli protagonisti nello svolgimento di reali progetti con aziende.

Centrale sarà il tema della creatività: durante la serata presenteremo una mostra fotografica che racconterà la ricerca in UniCa e un contest artistico sul rapporto tra creatività, innovazione e imprenditorialità.

Dalle 19 chiuderà l’evento un aperitivo in musica con il Manuela Mameli Quintet. Aperitivo e concerto saranno ospitati nei giardini situati in via Ospedale, tra il CREA UniCa e il Palazzo delle scienze. I giardini sono stati risistemati e restituiti alla popolazione studentesca e alla cittadinanza proprio in occasione dell’evento.

Informazioni:
Hashtag dell’evento: #CreaUnica #UnicaEImprese
Linkedin
Facebook
Sito web

Dic 072016
 

VISTA view of the newly discovered globular cluster VVV CL001 and its brighter companion

L’Università di Cagliari vuole presentarsi alle imprese e ascoltare le loro esigenze di ricerca e innovazione per partecipare insieme al bando Azioni Cluster “Top-down” di Sardegna Ricerche. Il bando finanzierà iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

L’appuntamento è per giovedì 15 dicembre 2016, dalle 15.30, presso l’Aula magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura, in via Marengo n.2 a Cagliari. Ci sarà spazio per ascoltare le idee progettuali dei ricercatori; le imprese che lo vorranno potranno a loro volta illustrare quali aspetti della loro attività desiderano innovare con il contributo dell’Università di Cagliari.

La partecipazione delle imprese all’evento è libera, ma è importante registrarsi online  a questo link. La registrazione è consigliata anche alle imprese che non potranno partecipare all’evento, ma sono comunque interessate a partecipare al bando.

 

—– Il bando in sintesi ——

Possono partecipare:
– uno o più organismi di ricerca;
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti, pubblici o privati.
Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali.

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti, mentre le imprese potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, previsti dal bando.

La domanda di partecipazione dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017.

Maggiori informazioni sul bando sono disponibili qui o scrivendo a imprese@unica.it.

Dic 062016
 

play-stone-1237457_960_720E’ prevista per gennaio 2017 la pubblicazione da parte di Sardegna Ricerche di un bando per il sostegno a progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale.
I progetti, realizzati singolarmente o in collaborazione con organismi di ricerca pubblici o privati, dovranno essere finalizzati a individuare nuovi prodotti o servizi, riqualificare processi produttivi, migliorare la compatibilità ambientale e aumentare la competitività delle imprese. I progetti dovranno essere riconducibili a una delle aree individuate dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

Saranno soggetti ammissibili le micro, piccole e medie imprese (anche in collaborazione con un Organismo di ricerca) attive in uno dei seguenti settori produttivi:
Sezione C – ATTIVITÀ MANIFATTURIERE
Sezione E – FORNITURA DI ACQUA: RETI FOGNARIE, ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI E
RISANAMENTO
Sezione F – COSTRUZIONI
Sezione H – TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO con esclusione delle divisioni o classi: 49 Trasporto
terrestre e trasporto mediante condotte; 50 trasporto marittimo e per vie d’acqua; 51 trasporto
aereo; 53.1 Attività postali con obbligo di servizio universale.
Sezione I – ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E RISTORAZIONE
Sezione J – SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
Sezione M – ATTIVITÀ PROFESSIONALI SCIENTIFICHE E TECNICHE limitatamente a: 72.1 (ricerca
scientifica e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze naturali e dell’ingegneria
Sezione N – NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE
Sezione S – ALTRE ATTIVITÀ DI SERVIZI limitatamente a: 96 Altre attività di servizi per la persona

Il valore di ciascun progetto dovrà essere compreso tra 100.000 e 800.000 Euro. Nel caso di A.T.I., l’Organismo di Ricerca non potrà sostenere più del 30% dei costi ammissibili.

La tabella riassume l’intensità del finanziamento sui costi ammissibili:immagine

La dotazione complessiva del bando ammonta a 6.500.000 euro.

Consulta le slide di presentazione del bando e la scheda di sintesi.

Nov 282016
 

SR logoAl via il bando di Sardegna Ricerche che finanzierà le azioni Cluster top-down, iniziative di innovazione e trasferimento tecnologico da realizzarsi attraverso la sperimentazione e la collaborazione tra organismi di ricerca e imprese.

L’Università di Cagliari ha organizzato per mercoledì 30 novembre, giovedì 1 e venerdì 2 dicembre 2016 tre incontri di presentazione. La partecipazione è libera e vivamente consigliata a tutti i docenti e ricercatori interessati a presentare progetti.

Ecco il calendario degli incontri:

mercoledì 30 novembre, ore 15.30
Sa Duchessa, aula 15 (corpo centrale, piano terra) per l’area Turismo, cultura e ambiente
Relatrici: Elena Lai e Graziana Frogheri, Settore networking Sardegna Ricerche
Introduce Maria Silvana Congiu, dirigente della Direzione per la ricerca e il territorio Università di Cagliari

giovedì 1 dicembre ore 17
Facoltà di Ingegneria e architettura, Aula Magna per le aree: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Aerospazio
Relatori: Giorgio Pisanu, direttore Sardegna Ricerche ed Elena Lai, Settore networking
Introduce Annalisa Bonfiglio, prorettore per il territorio e l’innovazione Università di Cagliari

venerdì 2 dicembre, ore 12.30
Cittadella Universitaria, aula C (piano terra) per le aree: Biomedicina, Agroindustria
Relatrice: Elena Lai, Settore networking Sardegna Ricerche
Introduce Annalisa Bonfiglio, prorettore per il territorio e l’innovazione Università di Cagliari

Fino a giovedì 8 dicembre sarà possibile compilare il form disponibile a questo link per la raccolta delle idee progettuali con le quali si intende partecipare al bando. Le informazioni raccolte verranno diffuse alle imprese che UniCa inviterà a partecipare all’evento di presentazione, in programma indicativamente per metà dicembre.


Come funziona il bando:

I progetti dovranno appartenere a uno dei settori individuati dalla S3 – Strategia di Specializzazione Intelligente della Regione Sardegna: ICT, Reti intelligenti per la gestione dell’energia, Agroindustria, Aerospazio, Biomedicina, Turismo, cultura e ambiente, Bioeconomia.

I progetti potranno avere una durata massima di 30 mesi dalla firma della convenzione.

Possono partecipare ai Progetti Cluster top-down:
– uno o più organismi di ricerca (se più, costituiti in ATI), che svolgerà il ruolo di soggetto attuatore;
– almeno cinque PMI (Piccole e Medie Imprese) e/o grandi imprese;
– altri organismi di ricerca non regionali e soggetti, pubblici o privati, che, per l’attività che svolgono, portano un contributo al progetto in qualità di partner.

Il Soggetto proponente deve obbligatoriamente essere un (o più, se in ATI) organismo di ricerca. L’organismo di ricerca, responsabile dell’attuazione, deve garantire che il gruppo di imprese sia sempre costituito da minimo 5 imprese.

Ciascuna impresa può partecipare al massimo a due proposte progettuali. Non sussistono limiti di partecipazione per gli organismi di ricerca.

Ai soggetti attuatori del progetto sarà rimborsato il 100% dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto. Le imprese aderenti sono destinatarie dell’attività e non ricevono alcun contributo finanziario per la partecipazione, ma potranno beneficiare degli Aiuti alle aziende per l’utilizzo dei risultati dei progetti cluster, ai sensi dell’art.5 del bando.

I progetti saranno ammessi, secondo la procedura a graduatoria, fino all’esaurimento dei fondi. Saranno ammesse solo le proposte che avranno riportato una valutazione di almeno 60/100. La dotazione finanziaria è pari a 9.500.000 euro.

I risultati finali del progetto resteranno proprietà di Sardegna Ricerche e della Regione Autonoma della Sardegna, ma saranno messi a disposizione delle imprese secondo criteri non discriminatori. L’intervento si inserisce all’interno del POR Sardegna FESR 2014-2020 – Asse I “Ricerca Scientifica, Sviluppo e Innovazione”.

La domanda di partecipazione, redatta utilizzando la modulistica disponibile a questo link, dovrà pervenire a Sardegna Ricerche entro il 31 gennaio 2017 alle ore 11:00.

A questo link sono pubblicate anche le risposte alle FAQ – Frequently asked questions.

Link a Bando e modulistica.

La notizia completa sul sito di Sardegna Ricerche.

Informazioni:
Unica Liaison Office è disponibile a fornire la prima assistenza tramite il recapito email unicaliaisonoffice@unica.it.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar