Mag 232018
 

Fino alle ore 12 del 5 luglio 2018 è possibile presentare domanda di partecipazione relativamente all’Avviso MIUR “Proof of concept”, emanato per sostenere i ricercatori nella verifica del potenziale industriale della conoscenza da loro sviluppata. L’Avviso consente a docenti e ricercatori di verificare, con il supporto delle istituzioni pubbliche di afferenza (Università o enti di ricerca), il potenziale innovativo delle idee e delle conoscenze sviluppate nell’ambito dei progetti.

Per le università sono considerati soggetto proponente professori, ricercatori universitari, i dottorandi di ricerca e titolari di assegni di ricerca di cui all’articolo 51, comma 6, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, purché residenti nel territorio nazionale:
– ai quali sia stato assegnato un finanziamento europeo, nazionale o regionale a far data dall’1.1.2014, per la realizzazione di un progetto di ricerca fondamentale, concluso entro il 23 aprile 2018
– e che, con riferimento a tale progetto, abbiano, a tale data, richiesto e/o conseguito un brevetto o altro titolo di proprietà intellettuale.
I ricercatori afferenti all’Università di Cagliari che abbiano depositato una domanda di brevetto a loro nome senza cedere i diritti all’Università (risultando quindi sia inventori che titolari) sono altresì considerati a ogni effetto soggetto proponente.

Sono soggetto beneficiario dell’avviso le università e gli enti pubblici di ricerca con sede operativa in Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna, purché vi afferisca il soggetto proponente.

Soggetti proponenti e beneficiari dovranno presentare congiuntamente un progetto di ricerca industriale, afferente a una delle 12 Aree della Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente richiamate nel bando e del quale sia dimostrata la stretta correlazione, in termini di diretta prosecuzione, con le attività di ricerca fondamentale citate. I soggetti dovranno inoltre presentare un piano di sviluppo e valorizzazione delle attività di ricerca (ivi compresa la possibilità di dar vita a nuove attività imprenditoriali), di durata prevista di almeno due anni successivi alla conclusione del progetto proposto.

Giovedì 31 maggio p.v. alle ore 16 il prorettore prof.ssa Di Guardo e il personale di UniCa Liaison office incontreranno i potenziali partecipanti presso la sala riunioni della Direzione per la ricerca e il territorio, ex clinica Aresu, via San Giorgio 12 ingresso 3, secondo piano per condividere informazioni utili alla presentazione delle domande.

Le domande potranno essere presentate entro le ore 12 del 5 luglio p.v. esclusivamente tramite i servizi dello sportello telematico SIRIO, sulla base della modulistica presente sul sito. Poiché le domande dovranno essere sottoscritte digitalmente, in qualità di soggetti beneficiari delle eventuale agevolazioni, anche dal rappresentante legale dell’istituzione pubblica  cui i soggetti predetti afferiscono, la scadenza interna per la firma dei progetti da parte del Rettore/Prorettore è fissata al 29 giugno 2018.

 

Domande frequenti

Possono essere soggetti proponenti, professori, ricercatori, assegnisti di ricerca o dottorandi che non sono i Responsabile scientifici (P.I.) del progetto dal quale è scaturito il brevetto ma comunque risultano far parte del gruppo di ricerca di quel progetto?
Chi propone il progetto deve essere anche colui che ha avuto assegnato un finanziamento per un progetto di ricerca fondamentale.

Con riferimento al requisito relativo alle caratteristiche del finanziamento e al relativo progetto dal quale è scaturito il brevetto, ai fini dell’avviso MIUR proof of concept  è ammissibile un progetto finanziato dall’Ateneo tramite il fondo di funzionamento ordinario FFO assegnato al Dipartimento?
No, non rientra tra quelli indicati dal bando.

Inventori di un brevetto a titolarità dell’Università che ora sono in pensione possono essere soggetti proponenti?
No

Gli inventori di un brevetto a titolarità dell’Università che fanno parte del personale tecnico di laboratorio con funzioni di coordinamento possono essere soggetti proponenti?
Dipende se rientrano tra le figure ritenute ammissibili dal bando.

Soggetti proponenti che abbiano lavorato a progetti finanziati prima del 1 gennaio 2014, ma ancora aperti in quella data, sono considerati ammissibili?
No

Un ricercatore afferente alla nostra Università che abbia depositato una domanda di brevetto a suo nome senza cedere i diritti all’università (risultando quindi sia inventore che titolare) è eleggibile come soggetto proponente?

Nella definizione di soggetto proponente (agli art. 1 e art. 3, comma 1) si fa riferimento alla data di pubblicazione dell’avviso (ad esempio quando si parla della data entro la quale il finanziamento ricevuto dal proponente deve essersi concluso): qual è la data precisa?
Il 23 aprile 2018

Informazioni:
Ogni domanda relativa al bando può essere inoltrata al Miur via e-mail all’indirizzo fabrizio.cobis@miur.it

Le informazioni legate ai dati brevettuali e alla firma del rappresentante legale di UniCa possono essere inviate all’ indirizzo unicaliaisonoffice@unica.it.

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar