Luigi Barberini

Set 102015
 

L’INAIL ha pubblicato le nuove linee guida sulla risonanza “Indicazioni operative dell’Inail per la gestione della sicurezza e della qualità in Risonanza Magnetica”. La Pubblicazione, realizzata da Francesco Campanella, Maria Antonietta D’Avanzo, Massimo Mattozzi e Laura Moretti in collaborazione con  Domenico D’Ambrogi, Massimiliano Di Luigi, Ari Fiorelli, del Dipartimento di Medicina Epidemiologia Igiene del Lavoro ed Ambientale, sotto il  coordinamento scientifico di Sergio Iavicoli, presenta gli aggiornamenti tecnico-scientifici maturati nel periodo successivo alla precedente pubblicazione  INAIL (allora ISPESL) del 2004.

Undici anni di aggiornamenti legati anche alla informatizzazione della Banca Dati di INAIL delle installazioni RM sul territorio nazionale. Il documento è scaricabile al link:

 

http://www.inail.it/internet/default/INAILcomunica/p/ListaPubblicazioni/index.html

uno strumento importante per chi opera nella sicurezza in risonanza.

Luigi Barberini

Ott 092014
 
 C.d.L. Neuropsicobiologia

Lunedì 13 Ottobre, alle ore 9.00 iniziamo il corso di Neuroscienze computazionali A.A.2014-2015.

Le lezioni si terranno presso l’Aula di Informatica del Laboratorio Condiviso di Biologia-Microscopia; in pratica si trova sopra l’Aula Magna “Boscolo” della Cittadella Universitaria di Monserrato.

Per ogni infromazione potete contattarmi allo 0706754944 oppure alla mail barberini@unica.it

In attesa di incontrarvi e conoscervi cordiali saluti,

Luigi Barberini

 Posted by on 9 Ottobre 2014  Accademia  Commenti disabilitati su Corso di Neuroscienze Computazionali
Set 292014
 

E’ on line il sito del Cagliari FestivalScienza completamente rinnovato e aggiornato. E’ presente l’intero programma del festival e da lì è possibile scaricare la brochure. Per sei giorni, dal 4 al 9 novembre, sono programmate conferenze, dibattiti, tavole rotonde, incontri con la musica e con la poesia, spettacoli, animazioni per una totale immersione nella fisica, nella matematica, nelle scienze naturali e biologiche, nella chimica, nell’astronomia e altri campi del sapere legati a queste discipline come lo sport, la medicina, la bioetica, l’ecologia.

Anche la settima edizione del Cagliari FestivalScienza presenta grandi numeri:

    • – oltre 50 gli ospiti accolti per raccontare la scienza con una ricca varietà di linguaggi,
    • – 78 gli appuntamenti in programma,
    • – 22 postazioni differenti tra laboratori e percorsi botanici e naturalistici,
    • – 8 le realtà museali e di ricerca aperti al pubblico in occasione del festival.

Inoltre:

    • – oltre 400 tra collaboratori e volontari impegnati nell’organizzazione,
    • – 47 tra dipartimenti universitari, musei scientifici, scuole e associazioni che partecipano all’iniziativa.

– See more at: http://www.festivalscienzacagliari.it/

festivalScienza2014

Mag 112014
 

La risonanza magnetica rappresenta uno dei fenomeni fisici alla base di molti strumenti diagnostici introdotti di recente in campo medicale. Immergere la materia organica vivente o campioni di tessuti biologici in campi magnetici statici altamente uniformi rende la materia organica opaca ad una parte di radiazione dello spettro elettromagnetico nello spettro delle radiofrequenze e delle microonde. Siamo quindi capaci di scambiare energia tra radiazione e materia a queste frequenze in regime di massimo trasferimento (Risonanza) e quindi eccitare la materia biologica e raccogliere i segnali del rilassamento di una grandezza macroscopica legata al momento magnetico nucleare o elettronico: la Magnetizzazione macroscopica. La dinamica di questo vettore rispecchia il comportamento dei nuclei, o degli elettroni, nell’interazione con le Radiofrequenze ed in relazione con l’ambiente in cui si trovano. Dai segnali del rilassamento di nuclei possiamo ricavare le informazioni per capire quali molecole sono presenti nel campione, in che concentrazione e dove sono localizzate. Possiamo quindi costruire immagini delle diverse parti interne del corpo umano e del loro metabolismo funzionale in vivo ed in vitro.
Di recente ho tenuto un seminario presso una classe del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Architettura, grazie alla cortesia e l’interesse all’argomento del Prof. Paolo Valera. Di seguito riporto la presentazione di questo seminario per gli studenti del Prof Valera e per tutti coloro che interessati all’argomento ed ancora vivi nel meraviglioso stato di grazia descritto bene dallo slogano di Steve Jobs nel suo discorso alla Stanford (“Stay Hungry, stay foolish”) rincorrono i propri sogni di conoscenza. Buon lavoro,
Luigi Barberini
barberini_14.pdf

Apr 062014
 

The metabolome can be represented as a complex system characterized by a high variability of components with properties related to their aggregation and self-organizing capabilities. The elements of metabolism are molecules of various kinds and structural properties, and such variability is observed at different metabolic scales going from metabolites to metabolic profiles via chemical reactions and metabolic pathways, as well as under static or dynamic aspects.  The data analysis and interpretation approaches can give insights into exciting applications of the “metabolome” studies in human health, the so-called “Metabolomics”, but the “Data Analysis” sentence should be interoperated as the global ensemble  of techniques devoted to the mining of information from experimental measurements. Goals for Data Analysis applied to Metabolomics can be represented in three different classes:

  • Exploration
  • Classification
  • Prediction
Exploration of data can give answers to the questions about the structures in my data, in order to define the analytical sources of  similarity and dissimiliraty properties between samples and sample aggregates, using supplemental information as meta data and covariates to correct trends of no interest in our data in order to reduce the “noise” and increase the “signal”, the information. Classification can quantify the  dissimilarities/similarities between groups in order to highlight the significant changes in metabolic samples properties. Finally, Prediction can answer to the question: “What is related or predictive of my variables of interest?”
All these steps in metabolomics data analysis have received contribution from several disciplines and now we must discuss about the Computational Metabolomics as the complete technique for the physical and mathematical modeling of biomedical properties of living systems.
In order to understand the real importance of Computational Metabolomics and to understand the need to a global training of involved researchers I would like to mention in this article:
Computational Metabolomics book form Prof. Nabil Semmar and the web site of MetaboAnalyst2.0
The book presents a variety of different computational approaches to describe the variability in metabolic systems, and the Web Site of MetaboAnalyst2.0  is a comprehensive tool suite for the metabolomics data analysis. . MetaboAnalyst is supported by THE METABOLOMICS INNOVATION CENTRE (TMIC), a Genome Canada-funded core facility realized by the efforts of several Metabolomics researchers, like  Jianguo Xia (our Jeff), David Wishart and Mandal, Sinelnikov, Broadhurst, Psychogios, Young et al. in the next articles I will explain to you some important aspects of the theoretical approaches in Computational Metabolomics using the book of Prof. Semmar (and other references) and some practices with the tools of  MetaboAnalyst.
Luigi Barberini
 Posted by on 6 Aprile 2014  Ricerca  Commenti disabilitati su Computational metabolomics
Gen 132014
 

On behalf of the Organizing Committee, it is my pleasure and privilege to invite all the interested researchers to send one or more papers for the Special issue edited by Biomed for the neonatal and pediatric metabolomics.

Special Issue on Modern Clinical Metabolomics for Epigenetic Events and Newborn Health on BioMed Research International.

The quantitative analysis of metabolic spectra and metabolomics in biological systems can provide researchers a detailed functional view at a cellular level and also at an organizational level for tissues and organ systems. Metabolomics represents an important opportunity for investigation, especially for the fetus and newborns, under both normal and pathological conditions. Metabolomics technologies have the potential to measure a wide spectrum of metabolites with the possibility to obtain a picture of the consequences of young individuals’ interactions with the external environment.

Potential topics include, but are not limited to:

• Metabolomics and epigenetic events of interest in neonatology

• Metabolomics description of cardiovascular and respi- ratory systems diseases in neonatology

• Metabolomics description of brain disease in neonatology

• Metabolomics description of kidney disease in neonatology

• Modern clinical metabolomics: New methods and instrumentation for biomarkers research with metabolomics applied to neonatology

Please, find in the attached document PDF Call for Papers all the information for the submission. Please feel free also to contact the Guest Editors for all the information.

 

Dic 282013
 

Credendo fortemente nei processi di peer review, nella pagina Info è pubblicato l’esito, purtroppo per me negativo, della mia valutazione per l’Abilitazione Scientifica Nazionale a Docente di seconda fascia richiesta per il settore Fis07 cioè 02/B3 con i giudizi dei membri della commissione.

L’aspetto positivo è che non avendo limiti pensionistici se non quelli anagrafici ho più di vent’anni per migliorare!

Luigi Barberini

 

 Posted by on 28 Dicembre 2013  Accademia  Commenti disabilitati su Abilitazione Scientifica Nazionale
Ott 192013
 

Lunedì 21 Ottobre iniziano le lezioni di Neuroinformatica del Corso di Laurea Magistrale in Neuropsicobiologia.

Le lezioni si terranno in Aula 14 Blocco E1 dell’Asse didattico di Medicina, piano 1.

Luigi Barberini

 

Ott 032013
 

I colleghi di R4R, research for rent, terranno un corso di base sulla Metabolomica basate sull’NMR. Il corso è rivolto a spettroscopisti in NMR che approdano alle metabolomica ed hanno la necessità di acquisire i concetti di base. Durante il corso i partecipanti faranno uso di diversi software commerciali, come ad esempio MNova e Chenomx, che abbiamo introdotto e diffuso fin dagli inizi della Metabolomica a Cagliari. Sono strumenti di lavoro molto potenti di cui però in genere, i metabolomici non sfruttano a pieno le potenzialità se non sotto la guida di esperti di analisi dati.

Il link per le info sul corso è

R4R, Basic Course in Metabolomics, Milan 4-5 November 2013

Suggerisco anche di esplorare il sito di R4R, una company nata dall’esperienza in ricerca della Dot.ssa Silvia Mari della Dort.ssa Carla Marchioro e che offre servizi per lo sviluppo di progettualità in ambito metabolomico.

Luigi Barberini

 Posted by on 3 Ottobre 2013  Senza categoria  Commenti disabilitati su R4R, Basic Course in Metabolomics, Milan 4-5 November 2013
Mag 012013
 

 

La costruzione della conoscenza passa attraverso la capacità di saper utilizzare differenti registri di rappresentazione dello stesso concetto e di sapere integrare tali registri e passare da una rappresentazione all’altra per esplorarne il contenuto informativo. Le nuove tecnologie informatiche mettono a disposizione degli utenti strumenti didattici molto versatili e potenti che danno un senso nuovo al concetto di laboratorio didattico estendendolo agli ambiti di discipline come la Matematica da sempre considerate come disciplina “carta e penna”. Le nuove tecnologie informatiche provvedono anche all’integrazione multidisciplinare raccordando la Matematica con la Fisica, la Chimica e la Biologia; in passato ho presentato strumenti di laboratorio di informatica quali le calcolatrici grafico-simboliche con sistemi operativi capaci di pilotare sistemi di acquisizione dati e di elaborare questi dati in ambienti quali il foglio elettronico e gli ambienti di calcolo basati sulla Computer Algebra (CAS). Il laboratorio didattico si è recentemente arricchito di nuovi potenti strumenti capace di creare e rappresentare formule, tabelle di dati e relative rappresentazioni grafiche sia separatamente che collegate in maniera dinamica tra di loro: i dati possono essere anche acquisiti da sistemi di interfaccia a basso costo collegabili a decine e decine di sensori, permettendo  di disegnare e realizzare esperimenti con tecnologia mobile ed altamente configurabile.

img1

Sistema di acquisizione per misure di temperatura della Texas Instruments

 

In allegato trovate un esempio di unità didattica per la determinazione sperimentale della legge di raffreddamento dei corpi.

adt1.pdf

Saluti,

luigi barberini

 

 

 

 

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar