Mag 012013
 

 

La costruzione della conoscenza passa attraverso la capacità di saper utilizzare differenti registri di rappresentazione dello stesso concetto e di sapere integrare tali registri e passare da una rappresentazione all’altra per esplorarne il contenuto informativo. Le nuove tecnologie informatiche mettono a disposizione degli utenti strumenti didattici molto versatili e potenti che danno un senso nuovo al concetto di laboratorio didattico estendendolo agli ambiti di discipline come la Matematica da sempre considerate come disciplina “carta e penna”. Le nuove tecnologie informatiche provvedono anche all’integrazione multidisciplinare raccordando la Matematica con la Fisica, la Chimica e la Biologia; in passato ho presentato strumenti di laboratorio di informatica quali le calcolatrici grafico-simboliche con sistemi operativi capaci di pilotare sistemi di acquisizione dati e di elaborare questi dati in ambienti quali il foglio elettronico e gli ambienti di calcolo basati sulla Computer Algebra (CAS). Il laboratorio didattico si è recentemente arricchito di nuovi potenti strumenti capace di creare e rappresentare formule, tabelle di dati e relative rappresentazioni grafiche sia separatamente che collegate in maniera dinamica tra di loro: i dati possono essere anche acquisiti da sistemi di interfaccia a basso costo collegabili a decine e decine di sensori, permettendo  di disegnare e realizzare esperimenti con tecnologia mobile ed altamente configurabile.

img1

Sistema di acquisizione per misure di temperatura della Texas Instruments

 

In allegato trovate un esempio di unità didattica per la determinazione sperimentale della legge di raffreddamento dei corpi.

adt1.pdf

Saluti,

luigi barberini

 

 

 

 

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar