Apr 042017
 

Si comunica che a partire da martedì 11 aprile (ore 16.00, Aula 11, Campus Aresu) prenderà il via il seminario di Semiotica/Teoria dei Linguaggi “L’emersione del nuovo. Imprevedibilità e prevedibilità nella cultura e nella comunicazione”.

Il seminario intende stimolare studenti e studentesse a riflettere su un fenomeno molto complesso ma centrale nelle quotidiane dinamiche culturali: la produzione/percezione del “nuovo”.

Il nuovo dunque in quanto evento inatteso che attrae attenzione e genera comunicazione; il nuovo in quanto contingenza che si fa “sentire”, che muove il corpo e afferma valori; il nuovo come imprevedibilità creativa e/o distruttiva con i suoi effetti tanto politico-culturali quanto estetico-percettivi.

Tutto ciò è stato al centro di alcuni degli ultimi lavori di Jurij M. Lotman, Algirdas J. Greimas, Eric Landowski che ci serviranno come guida e da cui trarremo concetti da mettere a frutto come quelli di esplosione di metafore, incidente estetico, interazione rischiosa.

Situandoci in questa tradizione e partendo da analisi di caso vorremmo mostrare come la semiotica possa aiutarci ad affrontare e capire il tema del nuovo e dell’imprevedibile in relazione alle sfere dell’arte, della vita quotidiana, della politica, del web, dei rituali della vita collettiva. Affrontando oggetti e situazioni semiotiche eterogenee – da un’opera-performance di Olafur Eliassion al fenomeno della street art, dai vissuti di Dubai e Sao Pãulo ai gol di Maradona, dalle interazioni su Facebook al rapporto fra umani e algoritmi, dal nuovo ruolo delle serie-tv nel definire l’immaginario alla comunicazione smart e unconventional di Obama, dal recente emergere di figure politiche quali Renzi e Grillo (ma anche Trump e il neo-populismo) per arrivare alla comunicazione di papa Francesco, dalle previsioni meteorologiche agli attentati terroristici – si cercherà di mostrare come il nuovo si fa ambiguamente strada nel mondo contemporaneo e nella sfera comunicativa in particolare.

Il lavoro sui casi, facendosi veicolo di più generali riflessioni semiotiche sui meccanismi della cultura e della comunicazione, offrirà dunque a ciascuno studente/studentessa non solo una presa diversa su oggetti già conosciuti e vissuti ma anche strumenti per sensibilizzarsi all’analisi e alla critica del “nuovo”.

Il seminario è inquadrato nell’ambito della attività del corso in Semiotica/Teoria dei Linguaggi e si svolgerà nei mesi di aprile/maggio per un totale di 14 ore di lezione frontale. A cui va ad aggiungersi, in itinere, un convegno con ospiti esterni, corrispondenti ad altre 3 ore di lavoro.

Nello specifico è previsto l’invito di tre fra i principali studiosi di semiotica in ambito italiano e non solo, quali Paolo Fabbri, Gianfranco Marrone, Isabella Pezzini. Nella vasta produzione dei tre autori si situano infatti contributi recenti attinenti ai contenuti del seminario e ai più generali interessi degli studenti: pensiamo ad esempio al rapporto fra retoriche della trasparenza e dell’opacità fra letteratura, cinema e social media; all’analisi delle nuove forme di comunicazione legate ai temi del cibo, dell’alimentazione, della cucina; all’emergere dei nuovi musei come oggetti architettonici al contempo produttori di nuove politiche della cultura ma anche di nuovi segni artistici nei paesaggi urbani; al rapporto fra i motori di ricerca come Google e le nuove forme di costruzione del sapere.

Questo il calendario di massima delle lezioni che si terranno in Aula 11:

MAR 11/04 h. 16-18
VEN 21/04 h. 10-12
VEN 28/04 h. 10-12
MAR 02/05 h. 16-19 (CONVEGNO – Auditorium A)
VEN 05/05 h. 10-12
MAR 09/05 h. 16-18
VEN 12/05 h. 10-12
MAR 16/05 h. 16-18

La frequenza al seminario (con al massimo 2 assenze) e al convegno dà diritto a 2 cfu.

E’ prevista l’attribuzione di 1 cfu per chi farà un elaborato, i cui contenuti sono da concordare con il docente.

Franciscu Sedda

 

 

Spiacenti, i commenti sono chiusi.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar