Informazioni generali

 

[20/39]  FILOSOFIA

Facoltà di STUDI UMANISTICI

Ordinamento
FILOSOFIA 
Durata
3 Anni 
Crediti
180 
Tipo di Corso
Corso di Laurea 
Normativa
D.M. 270/2004 
Classe di Laurea
L-5 - Classe delle lauree in Filosofia
Tipo di Accesso
Accesso Libero 
Sedi Didattiche
Cagliari - Università degli Studi 
L'Offerta Formativa è ancora in fase di preparazione 
Sito del Corso
Accedi alla pagina web del Corso 
Elenco Insegnamenti per Percorso/Curriculum
PERCORSO COMUNE - Ordinamento 2013


Requisiti di accesso


Titoli
Titolo di Scuola Superiore 


Ruoli


Coordinatore
ELISABETTA CATTANEI
ecattanei@unica.it


Date e Scadenze


Leggi il Manifesto generale degli studi

Contribuzione studentesca


Leggi il Regolamento contribuzione studentesca

Tassa per la partecipazione ai test di ammissione ai Corsi di studio Euro 22,55
Studenti in corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 277,12 a Euro 2.977,47 in funzione dell'ISEE e dei CFU acquisiti
Studenti fuori corso - Contributo onnicomprensivo annuale da Euro 277,12 a Euro 4.416,21 in funzione dell'ISEE, dell'anno di fuori corso e dei CFU acquisiti
Imposta di bollo Euro 16
Tassa regionale ERSU per reddito complessivo familiare superiore a Euro 25.000 Euro 140
Sono previsti esoneri totali dal pagamento delle tasse o parziali (contributo calmierato e riduzioni), indicati nel Regolamento contribuzione studentesca che è opportuno consultare.

Informazioni generali


Accesso ad ulteriori studi

Corsi del Secondo Ciclo

Status professionale conferito dal titolo

Il laureato in Filosofia acquisisce una preparazione idonea a svolgere professioni nei seguenti campi: organizzazioni culturali pubbliche e private, informazione e comunicazione culturale, servizi nella pubblica amministrazione.
In particolare, il CdS fornisce competenze spendibili nelle seguenti professioni: servizi ausiliari presso centri culturali, uffici studi, biblioteche, musei, archivi, centri di progettazione e pianificazione in strutture regionali, provinciali, comunali e anche sanitarie (in relazione alle problematiche dell'etica), addetti agli uffici stampa, informazione e assistenza clienti, centri di documentazione, circoli e istituzioni culturali.
Il CdS consente l'ammissione, senza debiti formativi, alla LM 78 e fornisce i prerequisiti in CFU per accedere, dopo la LM, ai livelli successivi della formazione degli insegnanti.

Caratteristiche prova finale

La prova finale consiste nella stesura e discussione di un elaborato, di almeno 40 cartelle, di argomento attinente a una delle discipline insegnate nel CdS.
La valutazione dell’elaborato terrà principalmente conto dei criteri di chiarezza e organicità argomentativa e di capacità di sintesi ed espositive.
Oltre che della qualità dell’elaborato finale, la valutazione della prova terrà conto dell’intero curriculum del candidato e del tempo impiegato per la conclusione del percorso formativo.

Conoscenze richieste per l'accesso

L’accesso al CdS è regolato in base alle norme vigenti in materia. Ai nuovi iscritti è richiesto, oltre alla padronanza della lingua italiana, il possesso di strumenti logico-linguistici di base e un buon livello di cultura generale. Tali competenze verranno verificate attraverso un test obbligatorio, ma non selettivo, somministrato prima dell’inizio delle lezioni. Eventuali carenze dovranno essere colmate con la frequenza obbligatoria dei corsi di riallineamento organizzati a tale scopo.

Titolo di studio rilasciato

Laurea in Filosofia

Lingua/e ufficiali di insegnamento e di accertamento della preparazione

ITALIANO

Abilità comunicative

Il laureato in Filosofia dovrà sviluppare abilità comunicative attraverso l’esercizio della discussione filosofica, sia specialistica che divulgativa; dovrà essere in grado di elaborare progetti rivolti a organizzazioni culturali italiane e straniere anche attraverso l’uso dei media; dovrà sviluppare attitudini al lavoro in cooperazione, nel rispetto delle differenze culturali e di genere.
Tali abilità comunicative verranno acquisite mediante lezioni frontali, frequenza obbligatoria a laboratori di lingua straniera, seminari e discussioni con visiting professors, partecipazioni a programmi Erasmus.
La verifica dell’acquisizione di tali abilità avverrà mediante gli esami di profitto, la valutazione della conoscenza della/e lingua/e straniera/e, dei risultati della partecipazione alle attività seminariali, della discussione orale dell’elaborato di tesi davanti a una commissione di esame di laurea pluridisciplinare.



Autonomia di giudizio

Il laureato in Filosofia deve acquisire capacità di formulare un giudizio autonomo su questioni filosofiche o culturali specifiche, a partire da un accesso diretto ai materiali documentari e alle fonti primarie, tale da consentirgli di collegare criticamente i diversi ambiti dei saperi filosofici e di individuare con chiarezza e riferire idee e concetti alle tradizioni pertinenti.
Tale capacità di giudizio verrà acquisita mediante lezioni e seminari interdisciplinari impostati sul confronto fra diverse tradizioni filosofiche e culturali.
La verifica dell’acquisizione dell’autonomia di giudizio sarà effettuata attraverso gli esami di profitto, la valutazione dei risultati del lavoro seminariale e la stesura e discussione della prova finale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Area Teorico-Filosofica
Capacità di analisi critica, critica ermeneutica e di filosofia teorica attraverso i testi e temi ermeneutici trattati.
Capacità di impiegare conoscenze e competenze speculative e interpretative in ambito filosofico-ermeneutico e interdisciplinare.
Capacità di afferrare il nesso di dipendenza delle analisi svolte nei testi di filosofia teoretica dai presupposti teorici accettati.
Capacità di analizzare testi di filosofia politica con metodologia storica e teorica e mediante l’uso di uno strumento linguistico. appropriato.
Capacità metodologica di far interagire i testi di filosofia politica e la letteratura critica.
Capacità di collocare un autore e un testo di filosofia teoretica all’interno di una tradizione e nella dinamica culturale complessiva.
Capacità di identificare la struttura argomentativa essenziale di un testo di filosofia teoretica, la sua specifica prospettiva teorica e le tradizioni filosofiche di riferimento.
Capacità di usare gli strumenti bibliografici e le opere di consultazione per la comprensione di testi di filosofia morale.
Capacità di applicare metodologie di lettura di testi di filosofia morale e di utilizzazione della letteratura critica.



Area Storico-Filosofica
Capacità di applicazione di alcune categorie fondamentali della storia della scienza (diacronia, senso della temporalità, riferimento al contesto).
Capacità di leggere e spiegare i testi filosofici antichi, dal punto di vista della ricostruzione storica e della discussione filosofica dei problemi.
Capacità astrattive e argomentative e consapevolezza critica, attraverso il dialogo con i testi scritti di epoca antica.
Capacità di lettura e di commento di testi filosofici di età moderna.
Abilità di ragionamento e di argomentazione che mettano in grado lo studente di individuare i nessi e le differenze specifiche tra gli autori, le teorie e le diverse tradizioni filosofiche moderne.
Acquisizione di capacità critiche necessarie alla comprensione dell’argomentazione filosofica di età moderna.
Capacità di lettura e di commento di testi filosofici di età contemporanea.
Abilità di ragionamento e di argomentazione che mettano in grado lo studente di individuare i nessi e le differenze specifiche tra gli autori, le teorie e le diverse tradizioni filosofiche di età contemporanea.
Acquisizione della competenza critica necessaria all’analisi di testi filosofici di età contemporanea.
Capacità di apprendere la filosofia e della cultura occidentali nella loro storia, a partire dai testi stessi, interrogati sia dal punto di vista della ricostruzione storica delle dottrine considerate, sia dal punto di vista della discussione dei problemi da essi sollevati.


Area Storica
Saper impiegare i metodi di indagine antropologica nello studio di specifici contesti socio-politici e nella comprensione di problemi di etnicità.
Capacità nell’interpretare situazioni di differenza culturale, in riferimento a fenomeni di migrazione, di spopolamento, di valorizzazione di patrimoni culturali locali.
Saper valutare il ruolo del mutamento sociale e delle costruzioni di identità in differenti contingenze culturali.
Competenze per decodificare i linguaggi catalografici e per utilizzare in maniera consapevole i servizi delle biblioteche.
Competenze per l’organizzazione e la gestione dell’informazione bibliografica, e per l’avviamento alla professione bibliotecaria.
Competenze specifiche per l’apprendimento del manuale di storia contemporanea.
Capacità di utilizzare le fonti nella ricerca storica contemporaneistica, con un approccio diretto alle fonti documentali, alle fonti audiovisive, alle biblioteche, agli archivi ed ai luoghi di interesse storico.
Competenze per valutare criticamente l’impatto delle condizioni materiali di trasmissione e conservazione del sapere sui processi comunicativi.
Abilità necessarie per la valorizzazione del patrimonio librario antico e di pregio.
Acquisizione della metodologia di base per l'analisi delle diverse tipologie di fonti (letterarie, epigrafiche, numismatiche) dell’antichità greca.
Acquisizione di un senso storico legato alla percezione della lunga durata dei fenomeni analizzati e delle loro conseguenze sui secoli successivi a quelli medievali.
Capacità di inquadramento nel tempo e nello spazio di avvenimenti, processi e personaggi legati alla storia medievale.
Capacità di contestualizzare storicamente i fenomeni, utilizzando la consapevolezza che ogni epoca ha prodotto proprie visioni del mondo, propri modelli culturali, specifici linguaggi e proprie forme di autorappresentazione, al fine di evitare di leggere i fenomeni e i fatti del passato con le categorie della contemporaneità.
Capacità nell’utilizzare gli strumenti bibliografici, le fonti e gli approcci metodologici propri della storia romana, e nella valutazione di eventuali posizioni ideologiche in essi contenuti.


Area Psico-Pedagogica
Capacita di approccio e di ricerca dell’area pedagogica.
Capacità di interpretare nella loro complessità le situazioni tipiche della psicologia dello sviluppo di fronte a situazioni pratiche di bambini e/o adolescenti in vari contesti di sviluppo.
Competenze adeguate per ideare e sostenere argomentazioni nel campo della psicologia dell’educazione.
Competenza nella compilazione e decodifica di questionari, test e strumenti usati in ambito scolastico e educativo.
Competenza nell’elaborazione di progetti educativi su casi singoli e su interventi di orientamento scolastico e professionale.
Competenza nella definizione e applicazione dei sistemi di valutazione dell’efficacia degli interventi educativi e di orientamento con l’uso del metodo sperimentale e quasi-sperimentale.
Competenze nell’individuazione delle variabili di un esperimento e nella discussione del problema del controllo e della validità nella ricerca psicologica.


Area Linguistica ed Informatica
Competenze di base nell’uso degli strumenti informatici
Competenze nell’uso della lingua francese di livello A2 tendente B1
Competenze nell’uso della lingua francese di livello B1
Competenze nell’uso della lingua inglese di livello A2 tendente B1
Competenze nell’uso della lingua inglese di livello B1 +
Competenze nell’uso della lingua spagnola di livello A2 tendente B1

Capacità di apprendimento

Il laureato in Filosofia dovrà sviluppare capacità di apprendimento che gli consentano la continuazione degli studi, sia nell'ambito universitario (LM) sia nell'ambito di percorsi professionalizzanti (Master di I Livello). Il laureato dovrà essere in grado di individuare il percorso successivo di formazione in coerenza con le capacità acquisite.
Tale capacità di apprendimento verrà sviluppata con strumenti diversi, sia teorici che metodologici, offerti dal CdS nella sua completezza: lezioni frontali, laboratori, seminari, esercitazioni, convegni.
La verifica dell'acquisizione della capacità di apprendimento avverrà attraverso un vaglio puntuale di tutte le attività promosse e organizzate dal CdS e contemplate nel piano di studi e attraverso una attenta valutazione del lavoro dello studente in funzione dell'elaborato finale.

Conoscenza e comprensione

Area Teorico-Filosofica
Conoscenza delle chiavi concettuali necessarie alla comprensione del discorso filosofico ermeneutico e delle sue problematiche basilari.
Conoscenza dell’evoluzione della riflessione sul linguaggio nel corso della storia del pensiero, dei modelli teorici proposti, dell’importanza culturale assunta dal problema teorico del linguaggio soprattutto nel corso del novecento fino all'inizio di questo secolo.
Consapevolezza delle principali difficoltà filosofiche che l’uso del linguaggio naturale comporta.
Conoscenze di base sui classici della filosofia politica e delle principali questioni di filosofia politica oggetto di discussione nel mondo contemporaneo.
Conoscenza degli aspetti significativi e dei problemi principali della riflessione filosofico-morale che risultano tuttora cruciali per una comprensione articolata del presente.
Comprensione dei testi di filosofia teoretica nelle sue dimensioni concettuali, argomentative e culturali.
Acquisizione di una preparazione di base su problemi, paradigmi teorici ed autori della tradizione filosofica, con particolare attenzione alle linee principali del dibattito teorico contemporaneo dell’area della ricerca epistemologica e di quella ontologica, della filosofia del linguaggio e della filosofia della mente.
Acquisizione di concetti e metodi di base della logica.
Acquisizione di elementi della metodologia delle teorie deduttive, dei fondamenti della calcolabilità e della riflessione sul rapporto tra mente, cervello e computazione.
Conoscenza delle linee guida dello sviluppo storico della filosofia politica.
Acquisizione di concetti e metodi di base della filosofia delle scienze formali, nei suoi aspetti sia storici che teoretici.
Acquisizione, mediante esempi di analisi filosofica su testi e temi classici, di un lessico di base che introduca al dibattito teoretico contemporaneo.
Conoscenza di alcune delle linee guida dello sviluppo storico della filosofia morale, muovendo dalla comprensione di almeno un’opera classica della stessa.
Conoscenza di alcune categorie fondamentali della filosofia morale, muovendo dalla comprensione di almeno un’opera classica della stessa.


Area Storico-Filosofica
Conoscenza dell’itinerario storico che ha condotto all’affermazione degli attuali concetti di ‘scienza’, ‘metodo scientifico’, ‘linguaggio scientifico’.
Conoscenza delle principali tappe del processo noto come “Rivoluzione scientifica” (secoli XVI-XVII), con riferimento alle varie correnti culturali che hanno influenzato le conoscenze naturalistiche dell’epoca.
Conoscenza dei periodi e delle figure più importanti della storia della filosofia antica occidentale (VII a.C.-VI d.C.).
Acquisizione del lessico filosofico di base della filosofia antica.
Conoscenza delle principali problematiche filosofiche e delle correnti che contraddistinguono la storia della filosofia tra il XV e il XVIII secolo, con particolare riferimento agli autori ed ai testi di volta in volta in programma.
Acquisizione del lessico filosofico di base della storia della filosofia moderna.
Approfondimento di un tema della storia della filosofia e della cultura occidentali antica e moderna attraverso la lettura (in traduzione, con il testo originale a fronte) di testi antichi e moderni.
Conoscenza delle principali problematiche filosofiche e delle correnti che contraddistinguono la storia della filosofia contemporanea.
Acquisizione del lessico di base della filosofia contemporanea


Area Storica
Comprensione delle nozioni antropologiche di cultura, etnocentrismo e relativismo culturale.
Conoscenza delle linee dominanti della storia della antropologia culturale dal XIX secolo ad oggi.
Conoscenze di base nel campo di studi della biblioteconomia e della bibliografia.
Conoscenza storica di base sull'età contemporanea e conoscenza critica di livello universitario di un fenomeno centrale nella storia del ‘900.
Acquisizione di una appropriata terminologia storica contemporaneistica.
Comprensione della centralità delle fonti nella ricerca storica contemporaneistica.
Conoscenze di base per la comprensione delle dinamiche di carattere storico che caratterizzano il mondo del libro e delle biblioteche.
Conoscenza dei principali fenomeni e delle problematiche fondamentali relative alla storia del mondo greco dall’età micenea all’età ellenistico-romana.
Conoscenza dei principali autori della storiografia greca classica.
Conoscenza delle radici medievali della società contemporanea (nella sua dimensioni politico-istituzionali, culturali, economiche e religiose).
Conoscenza dei nessi di causa/effetto nell’età medioevale nella loro somiglianza, e nella loro differenza da quelli operanti oggi.
Conoscenza degli aspetti della storia moderna (secc. XV-XIX) che costituiscono le radici della società attuale.
Conoscenza della storia di Roma dalle origini della città alla fine dell'Impero romano d'Occidente.
Conoscenza di base del lessico e dei principali strumenti bibliografici adoperati dagli storici del mondo antico.


Area Psico-Pedagogica
Conoscenza e comprensione dei presupposti teorici della psicologia dell’educazione.
Conoscenza e comprensione dei temi chiave e degli ambiti applicativi della psicologia dell’educazione
Conoscenza dei principali metodi di ricerca in psicologia dell’educazione
Conoscenza delle modalità di valutazione degli interventi educativi con l’uso del metodo sperimentale
Conoscenza dei modelli fondamentali della psicologia generale in una prospettiva storica, individuando i collegamenti tra i modelli e il paradigma di studio specifico del periodo nel quale i modelli sono stati sviluppati.
Comprensione dei termini tecnici del linguaggio psicologico e delle metodologie di studio utilizzate nei diversi ambiti di ricerca della disciplina.


Area Linguistica ed Informatica
Conoscenze informatiche di base
Conoscenze della lingua francese di livello A2 tendente B1
Conoscenze della lingua francese di livello B1
Conoscenze della lingua inglese di livello A2 tendente B1
Conoscenze della lingua inglese di livello B1 +
Conoscenze della lingua spagnola di livello A2

Sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Il CdS fornisce competenze spendibili nelle seguenti professioni: servizi ausiliari presso centri culturali, uffici studi, biblioteche, musei, archivi, centri di progettazione e pianificazione in strutture regionali, provinciali, comunali e anche sanitarie (in relazione alle problematiche dell’etica), addetti agli uffici stampa, informazione e assistenza clienti, centri di documentazione, circoli e istituzioni culturali. Il CdS consente l’ammissione, senza debiti formativi, alla LM 78 e fornisce i prerequisiti in CFU per accedere, dopo la LM, ai livelli successivi della formazione degli insegnanti.
Il CdL fornisce competenze finalizzate a svolgere professioni nei servizi ausiliari presso:
1. centri culturali
2. uffici studi
3. biblioteche
4. musei
5. archivi
6. centri di progettazione e pianificazione in strutture regionali, provinciali, comunali e anche sanitarie (in relazione alle problematiche dell’etica)
7. uffici stampa
8. informazione e assistenza clienti
9. centri di documentazione
10. circoli e istituzioni culturali
11. servizi ricreativi.
Il CdS consente l’ammissione, senza debiti formativi, alla LM 78 attivata nell’Ateneo di Cagliari e fornisce i prerequisiti in CFU per accedere, dopo la LM, ai livelli successivi della formazione degli insegnanti.

Competenze associate alla funzione

Il CdS fornisce competenze spendibili nelle seguenti professioni: servizi ausiliari presso centri culturali, uffici studi, biblioteche, musei, archivi, centri di progettazione e pianificazione in strutture regionali, provinciali, comunali e anche sanitarie (in relazione alle problematiche dell’etica), addetti agli uffici stampa, informazione e assistenza clienti, centri di documentazione, circoli e istituzioni culturali. Il CdS consente l’ammissione, senza debiti formativi, alla LM 78 e fornisce i prerequisiti in CFU per accedere, dopo la LM, ai livelli successivi della formazione degli insegnanti.
Ad assolvere le funzioni in un contesto lavorativo sopra descritte, il laureato giunge grazie alle seguenti competenze (espresse tramite i descrittori europei del titolo di studio (DM 16/03 2007, art.3, comma 7):

Conoscenza e capacità di comprensione
Il laureato in Filosofia acquisisce conoscenze di base in ambito storico-filosofico e filosofico-teorico; capacità di comprensione e interpretazione dei testi filosofici, attraverso l’utilizzazione di adeguati strumenti metodologici e bibliografici su supporti cartacei e digitali, disponibili nell’ambito degli studi umanistici.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il laureato in Filosofia è in grado di applicare le conoscenze e le capacità di comprensione in diversi contesti: amministrazioni pubbliche e private, organizzazioni culturali o operanti nel campo dell’informazione e della comunicazione.

Autonomia di giudizio
Il laureato in Filosofia matura la capacità di formulare un giudizio autonomo su questioni filosofiche o culturali specifiche, a partire da un accesso diretto ai materiali documentari e alle fonti primarie, tale da consentirgli di collegare criticamente i diversi ambiti dei saperi filosofici e di individuare con chiarezza e riferire idee e concetti alle tradizioni pertinenti.

Abilità comunicative
Il laureato in Filosofia sviluppa abilità comunicative attraverso l’esercizio della discussione filosofica, sia specialistica che divulgativa; dovrà essere in grado di elaborare progetti rivolti a organizzazioni culturali italiane e straniere anche attraverso l’uso dei media; dovrà sviluppare attitudini al lavoro in cooperazione, nel rispetto delle differenze culturali e di genere.

Capacità di apprendimento
Il laureato in Filosofia dovrà sviluppare capacità di apprendimento che gli consentano la continuazione degli studi, sia nell’ambito universitario (LM) sia nell’ambito di percorsi professionalizzanti (Master di I Livello). Il laureato dovrà essere in grado di individuare il percorso successivo di formazione in coerenza con le capacità acquisite.

Funzione in contesto di lavoro

Il CdS fornisce competenze spendibili nelle seguenti professioni: servizi ausiliari presso centri culturali, uffici studi, biblioteche, musei, archivi, centri di progettazione e pianificazione in strutture regionali, provinciali, comunali e anche sanitarie (in relazione alle problematiche dell’etica), addetti agli uffici stampa, informazione e assistenza clienti, centri di documentazione, circoli e istituzioni culturali. Il CdS consente l’ammissione, senza debiti formativi, alla LM 78 e fornisce i prerequisiti in CFU per accedere, dopo la LM, ai livelli successivi della formazione degli insegnanti.
Il laureato in Filosofia acquisisce una preparazione idonea ai seguenti contesti lavorativi: organizzazioni culturali pubbliche e private, informazione e comunicazione culturale, servizi nella pubblica amministrazione.

Descrizione obiettivi formativi specifici

Il percorso formativo è finalizzato al conseguimento dei seguenti obiettivi specifici:
-acquisizione di una solida formazione di base nel campo della storia del pensiero filosofico e scientifico antico, medievale, moderno e contemporaneo e nelle diverse direzioni della ricerca teorica, con particolare riferimento alla filosofia teoretica e morale, alla logica, alla filosofia politica ed all'estetica. Tali conoscenze di base dovranno garantire l'acquisizione dei crediti necessari per il proseguimento degli studi e per l'accesso alle carriere dell'insegnamento nei settori di diretta pertinenza;
- acquisizione di competenze e capacità di confronto interdisciplinare tra le conoscenze filosofiche e quelle dell'ambito storico, letterario, psicologico, pedagogico e delle scienze sociali;
- acquisizione di una formazione culturale di carattere generale, basata su conoscenze filosofiche, storiche, letterarie e scientifiche, funzionale allo sviluppo dello spirito critico e della capacità autonoma di giudizio;
- conseguimento della padronanza di una lingua straniera attraverso la frequenza di laboratori e lettorati;
- formazione di abilità informatiche e capacità d'uso degli strumenti della comunicazione telematica mediante appositi laboratori;
- maturazione di un metodo di studio individuale acquisita principalmente attraverso l'analisi critica dei testi e delle fonti della tradizione filosofica
- sviluppo di abilità comunicative ed elaborazione di testi scritti anche mediante la partecipazione ad attività seminariali interne ai corsi.

Descrizione del percorso formativo: l'attività didattica viene svolta in forma di lezioni frontali, seminari e laboratori(lingua straniera e informatica).Le verifiche avverranno attraverso le prove d'esame, d'idoneità e la valutazione delle attività seminariali interne ai corsi. Nella svolgimento dell'attività formativa, verrà privilegiato l'utilizzo di testi classici della tradizione filosofica come strumento principale per la formazione di una metodologia critica di studio.
Nell'Ordinamento sono state inserite nelle Attività formative di Base (ambito di Storia della filosofia e istituzioni di filosofia) e nelle Attività formative caratterizzanti (ambito delle Discipline filosofiche) tutti i SSD filosofici in modo che sia possibile fornire agli studenti un panorama il più possibile completo a livello istituzionale delle competenze acquisibili con la Laurea Triennale. Nelle Attività formative di Base (ambito delle Discipline letterarie, linguistiche e storiche) sono presenti i SSD delle discipline letterarie classiche, delle discipline di storia antica, medievale, moderna e contemporanea (anche in vista della possibilità del raggiungimento già nel triennio dei CFU necessari per l'accesso, dopo la LM, alla classe di concorso per l'insegnamento A037), il SSD M-STO/08, che risponde a esigenze per l'acquisizione di professionalità sempre più richieste in ambito archivistico e bibliotecario; e il SSD SPS/02 con lo scopo di arricchire le conoscenze storico-politologiche. Tra le attività formative caratterizzanti (ambito delle Discipline scientifiche demo-etnoantropologiche, pedagogiche, psicologiche ed economiche) si sono aggiunti alcuni SSD delle discipline pedagogiche, psicologiche e sociologiche per consentire una maggiore preparazione nel settore delle scienze umane e per permettere agli studenti di acquisire CFU utili per accedere, dopo il biennio, alla classe di concorso per l'insegnamento A036. Con lo stesso obiettivo, tra le Attività Affini e integrative, sono stati replicati alcuni SSD già presenti negli ambiti di base e caratterizzanti; sono stati inseriti inoltre: il SSD BIO/08, per consentire di rafforzare le conoscenze scientifiche; i SSD L-LIN per consentire un approccio alle letterature contemporanee; il SSD L-OR/17 per consentire di completare le conoscenze filosofiche anche in relazione alle orientali.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar