Programmi

 

20/44/166 - STORIA DELLA SARDEGNA MODERNA 2

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
MARIA ​LEPORI (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
[20/44] ​ ​STORIA E SOCIETÀ [44/00 - Ord. 2016] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

- Conoscenza dei temi relativi alle istituzioni e alla società della Sardegna d’antico regime.
- Capacità di affrontare una realtà regionale inquadrandola in un ambito mediterraneo e in un più ampio dibattito storiografico italiano e internazionale.
- Capacità di discuterne con un linguaggio adeguato alla disciplina storica.

Prerequisiti

Conoscenza dei processi generali (economici, politici, culturali e sociali) che caratterizzano l'Europa moderna e primi rudimenti della storia della Sardegna moderna.

Contenuti

- Una prima parte del corso riguarderà istituzioni e ceti sociali nella Sardegna moderna, soprattutto tra Sei e Settecento.
- La seconda parte riguarderà la violenza nobiliare e le faide in età moderna, lette alla luce di un dibattito storiografico in grande rinnovamento.

Metodi Didattici

le lezioni saranno frontali, ma ogni inizio di lezione sarà dedicato alla discussione sulla lezione precedente.

Metodi Didattici

Le lezioni saranno frontali, ma ogni inizio di lezione sarà dedicato alla discussione sulla lezione precedente.

Verifica dell'apprendimento

La valutazione dello studente avverrà mediante un colloquio orientato a verificare
- la conoscenza delle istituzioni e delle dinamiche cetuali nella Sardegna di antico regime e dei mutamenti intervenuti nel passaggio dal dominio spagnolo a quello sabaudo;
- la capacità di discutere il problema dell’ordine pubblico e della giustizia in Sardegna tra Sei e Settecento e di stabilire connessioni con i mutamenti istituzionali, sociali e culturali;
- l’abilità nel muoversi all’interno del dibattito storiografico più recente per un confronto del fenomeno della delinquenza in Sardegna con altri territori italiani ed europei;
- la padronanza del linguaggio specifico della disciplina storica nell’esposizione.
La valutazione verrà fatta in trentesimi e si partirà da 18/30 per una conoscenza elementare dei temi per giungere a 30/30 e lode per una esposizione eccellente dei problemi affrontati nel corso.

Testi

1. - M. Lepori, Dalla Spagna ai Savoia. Ceti e corona nella Sardegna del Settecento, Carocci, Roma 2003;

- M. Lepori, Faide, Nobili e banditi nella Sardegna sabauda del Settecento, Viella, Roma 2010.

2. Un libro a scelta tra i seguenti
- A. Mattone, P. Sanna, Settecento sardo e cultura europea, Milano 2007, Franco Angeli,
- F. Manconi, Una piccola provincia di un grande impero, CUEC, Cagliari 2012;
- F. Manconi, Il Regno di Sardegna in età moderna. Saggi diversi, Cagliari 2010, Cuec,

Testi

1. - M. Lepori, Dalla Spagna ai Savoia. Ceti e corona nella Sardegna del Settecento, Carocci, Roma 2003;

- M. Lepori, Faide, Nobili e banditi nella Sardegna sabauda del Settecento, Viella, Roma 2010.

2. Un libro a scelta tra i seguenti
- A. Mattone, P. Sanna, Settecento sardo e cultura europea, Milano 2007, Franco Angeli,
- F. Manconi, Una piccola provincia di un grande impero, CUEC, Cagliari 2012;
- F. Manconi, Il Regno di Sardegna in età moderna. Saggi diversi, Cagliari 2010, Cuec,

Altre Informazioni

Gli studenti che non possono frequentare devono concordare il programma con il docente.

Altre Informazioni

Gli studenti non frequentanti devono contattare il docente per una messa a punto del programma d’esame.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar