Programmi

 

20/42/1042 - FILOLOGIA SARDA

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
GIULIA ​MURGIA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento
ITALIANO​



Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Il corso di Filologia sarda mira a far acquisire una conoscenza approfondita della storia, della lingua e della critica testuale delle fonti documentarie sarde medievali, nonché del contesto culturale che caratterizza la Sardegna nella tarda Antichità, nell’epoca giudicale e nella prima età moderna.
Mira inoltre a fornire una buona capacità di lettura e comprensione di un testo medievale e moderno in lingua sarda, e una specifica competenza metodologica relativa alla prassi critico-interpretativa del testo con i connessi problemi di grammatica storica e di interpretazione storico-letteraria e comparatistica.

I risultati e le abilità attese sono
• l’acquisizione di una diretta conoscenza della lingua sarda in prospettiva diacronica e sincronica;
• la capacità di lettura e analisi dei primi documenti del Sardo;
• la capacità di applicare i metodi adeguati ai peculiari problemi della trasmissione testuale e dell’edizione critica in riferimento al testo sardo medievale.

Lo studente, chiamato a una partecipazione attiva alle lezioni, sarà in grado di sviluppare le proprie capacità critiche e le proprie abilità argomentative nella direzione di un approccio ragionato e interdisciplinare che potrà essere esteso a qualunque oggetto del suo percorso di studio.

Prerequisiti

Gli studenti che intendono seguire il corso di Filologia sarda dovranno aver già sostenuto almeno l’esame di Filologia romanza e auspicabilmente, ma non necessariamente l’esame di Linguistica sarda o Lingua sarda. Dovranno essere in possesso delle nozioni basilari relative alla genesi e alla classificazione delle lingue neolatine e alla grammatica storica del Sardo.
Dovranno inoltre conoscere le principali metodologie di analisi filologica e la prassi relativa all’edizione critica dei testi manoscritti medievali ed essere in grado di ricostruire i singoli processi di mutamento linguistico a partire dall’analisi dei testi esaminati.

Contenuti

Le prime manifestazioni della scrittura in Sardegna.
Nozioni di grammatica storica.
Rapporti culturali della Sardegna fra mondo latino e mondo bizantino.
Le prime attestazioni del volgare sardo.
L’attività scrittoria delle cancellerie giudicali.
Caratteristiche delle differenti tipologie testuali.
La Carta di Nicita.
I Condaghes.
Testi sardo-pisani.
Il Libellus Judicum Turritanorum.
Gli Statuti sassaresi.
La Carta de Logu d’Arborea.
Principali problemi di edizione di testi manoscritti e a stampa.

Metodi Didattici

Il corso si svolgerà nel secondo semestre e si articolerà in una serie di lezioni frontali e a carattere seminariale con l’ausilio di supporti multimediali e materiali didattici integrativi.
Saranno previste esercitazioni pratiche di lettura, trascrizione e analisi filologico-linguistica dei testi sardi manoscritti e a stampa, condotte a partire dalle riproduzioni digitali.

Verifica dell'apprendimento

Prova orale costituita da domande a risposta aperta e commento linguistico dei testi esaminati durante il corso.
Durante le fasi di accertamento delle competenze verranno valutati:
• il possesso delle conoscenze e l’acquisizione delle competenze disciplinari già indicati negli “Obiettivi”;
• la capacità di comprensione, sintesi, esposizione organica e ragionata delle conoscenze acquisite;
• la capacità di lettura, comprensione, analisi linguistica dei testi sardi esaminati.

Criteri di valutazione:
• raggiungimento degli obiettivi previsti in relazione a conoscenze e competenze;
• padronanza del linguaggio specifico della disciplina;
• capacità critiche relative all’applicazione delle nozioni di grammatica storica acquisite al commento linguistico dei testi in Sardo medioevale.

Testi

Manuale di linguistica sarda, a cura di Eduardo Blasco Ferrer, Peter Koch e Daniela Marzo, Berlin/Boston, De Gruyter, 2017, pp. 85-231 e 303-319.

Alfredo Stussi, Introduzione agli studi di filologia italiana, Bologna, Il Mulino, 1994, capitoli III e IV (pp. 89-154).

Verranno fornite a lezione le riproduzioni dei documenti sardi che saranno oggetto del corso e ulteriori materiali bibliografici.

Altre Informazioni

La frequenza è vivamente raccomandata. Gli studenti non frequentanti sono invitati a contattare la docente per ulteriori chiarimenti almeno due mesi prima dell’esame.
Luogo di ricevimento: studio n. 11, 1° piano, Facoltà di Studi Umanistici, edificio centrale, via Is Mirrionis, 1.
Orario di ricevimento: il calendario dei ricevimenti viene pubblicato e aggiornato online sul sito istituzionale della docente
(https://www.unica.it/unica/it/ateneo_s07_ss01.page?contentId=SHD78809).
È preferibile controllare la sezione “Avvisi” nel sito della docente per accertarsi di eventuale modifiche.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar