Programmi

 

20/41/141 - STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA 2

Anno Accademico ​2018/2019

Docente
RITA ​LADOGANA (Tit.)
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[20/41] ​ ​ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE [41/00 - Ord. 2011] ​ ​PERCORSO COMUNE630
[20/42] ​ ​FILOLOGIE E LETTERATURE CLASSICHE E MODERNE [42/00 - Ord. 2008] ​ ​PERCORSO COMUNE630
Obiettivi

Il corso mira al raggiungimento da parte dello studente di conoscenze e capacità di comprensione che estendono le conoscenze di base della laurea triennale attraverso l’approfondimento delle tematiche con un taglio critico di più ampio respiro. Tra i principali obiettivi formativi è l’acquisizione da parte dello studente degli strumenti necessari per poter leggere la complessità delle espressioni artistiche che hanno attraversato il XX e il XXI secolo, affinando l’abilità nella ricostruzione dei percorsi dei diversi fenomeni in relazione alle aree culturali e ai contesti storico-politici di riferimento. Si unisce l’acquisizione dei principali strumenti critici che caratterizzano lo studio della disciplina.
Si persegue, inoltre, l’obiettivo di stimolare la conoscenza dell’arte contemporanea in un dialogo sempre aperto con la ricerca attraverso il continuo aggiornamento bibliografico, la lettura di riviste, la frequentazione dei giusti canali on line, la visita ai musei e alle mostre temporanee, la frequentazione dei principali attori del sistema dell’arte.



Obiettivi


Il corso mira al raggiungimento da parte dello studente di conoscenze e capacità di comprensione che estendono le conoscenze di base della laurea triennale attraverso l’approfondimento delle tematiche con un taglio critico di più ampio respiro. Tra i principali obiettivi formativi è l’acquisizione da parte dello studente degli strumenti necessari per poter leggere la complessità delle espressioni artistiche che hanno attraversato il XX e il XXI secolo, affinando l’abilità nella ricostruzione dei percorsi dei diversi fenomeni in relazione alle aree culturali e ai contesti storico-politici di riferimento. Si unisce l’acquisizione dei principali strumenti critici che caratterizzano lo studio della disciplina.
Si persegue, inoltre, l’obiettivo di stimolare la conoscenza dell’arte contemporanea in un dialogo sempre aperto con la ricerca attraverso il continuo aggiornamento bibliografico, la lettura di riviste, la frequentazione dei giusti canali on line, la visita ai musei e alle mostre temporanee, la frequentazione dei principali attori del sistema dell’arte.

Prerequisiti

Fondamentale avere una conoscenza di base dei principali fatti artistici che hanno interessato l’Europa e l’America nel Novecento. Sarebbe utile avere conoscenze relative alla storia dell'arte europea dei secoli XVII e XVIII. E’importante, inoltre, avere una buona conoscenza dei fatti storici che hanno interessato la storia europea e americana nel Novecento.


Prerequisiti

Fondamentale avere una conoscenza di base dei principali fatti artistici che hanno interessato l’Europa e l’America nel Novecento. Sarebbe utile avere conoscenze relative alla storia dell'arte europea dei secoli XXVI e XVII. E’importante, inoltre, avere una buona conoscenza dei fatti storici che hanno interessato la storia europea e americana nel Novecento.

Contenuti

Il corso verterà sull'approfondimento delle tematiche più ostiche dell'arte contemporanea relative all'ambito europeo e americano, con particolare attenzione per gli sconfinamenti del fenomeno artistico in altri ambiti disciplinari.
Si ripercorreranno le tappe del modernismo dalla rivoluzione impressionista alla avanguardie storiche del primo Novecento per concentrare l’attenzione sull’era controversa del postmodernismo (anni Ottanta e Novanta). Oggetto di approfondimento saranno, inoltre, le avanguardie degli anni Sessanta e Settanta che, auspicando un avvicinamento dell’arte alla vita, hanno prodotto innesti tra cultura alta e popolare ampliando i confini territoriali dell’arte e approdando alla contaminazione di diversi statuti disciplinari (Arte concettuale; Arte povera; Arte cinetica; Arte processuale).
Il modulo di approfondimento sarà dedicato, inoltre, all’arte pubblica e in particolare alle esperienze di arte nello spazio urbano in Italia dal 1968 a oggi.

Saranno inoltre dedicate alcune lezioni di taglio monografico ai due grandi protagonisti del panorama artistico isolano del Novecento: Maria Lai e Costantino Nivola

Contenuti

Il corso verterà sull'approfondimento delle tematiche più ostiche dell'arte contemporanea relative all'ambito europeo e americano, con particolare attenzione per gli sconfinamenti del fenomeno artistico in altri ambiti disciplinari.
Si ripercorreranno le tappe del modernismo dalla rivoluzione impressionista alla avanguardie storiche del primo Novecento per concentrare l’attenzione sull’era controversa del postmodernismo (anni Ottanta e Novanta). Oggetto di approfondimento saranno, inoltre, le avanguardie degli anni Sessanta e Settanta che, auspicando un avvicinamento dell’arte alla vita, hanno prodotto innesti tra cultura alta e popolare ampliando i confini territoriali dell’arte e approdando alla contaminazione di diversi statuti disciplinari (Arte concettuale; Arte povera; Arte cinetica; Arte processuale).


Saranno inoltre dedicate alcune lezioni di taglio monografico ai due grandi protagonisti del panorama artistico isolano del Novecento: Maria Lai e Costantino Nivola

Metodi Didattici

Le 30 ore della didattica saranno svolte in via prioritaria con lezioni frontali e seminariali in aula con interventi aperti agli studenti i quali dovrebbero intervenire in un produttivo confronto con immagini di opere d'arte, proponendo una collocazione cronologica e un'eventuale attribuzione, attraverso la lettura dell'immagine prodotta e col supporto di un metodo indicato dal docente. In seguito si visiteranno i Musei della Serdegna dedicati all'arte contemporanea per un rapporto diretto coi materiali, avvalendosi anche delle mostre temporanee in atto nel territorio, con particolare attenzione a quelle dedicate ad artisti operanti in Sardegna, di respiro nazionale e internazionale.
Sono previste visite agli studi degli artisti.

Metodi Didattici

Le 30 ore della didattica saranno svolte in via prioritaria con lezioni frontali e seminariali in aula con interventi aperti agli studenti i quali dovrebbero intervenire in un produttivo confronto con immagini di opere d'arte, proponendo una collocazione cronologica e un'eventuale attribuzione, attraverso la lettura dell'immagine prodotta e col supporto di un metodo indicato dal docente. In seguito si visiteranno i Musei di Cagliari dedicati all'arte contemporanea per un rapporto diretto coi materiali, avvalendosi anche delle mostre temporanee in atto nel territorio, con particolare attenzione a quelle dedicate ad artisti operanti in Sardegna, di respiro nazionale e internazionale. Sono previsite visite agli studi degli artisti.

Verifica dell'apprendimento

La verifica finale verrà effettuata attraverso domande di carattere generale con particolare riferimento a periodi storici e artisti che hanno segnato il percorso dell'arte contemporanea dall'Ottocento fino al Ventesimo secolo. Saranno inoltre presentate immagini che lo studente dovrà "leggere" secondo i metodi attributivi acquisiti, diversificati per modelli tematici: architettura, scultura, pittura.L’esame consiste in una prova orale.
I criteri di attribuzione del voto finale terranno conto di :
1) analisi dei mutamenti estetici in connessione a ragioni storiche e ideologiche
2)padronanza espressiva
3)sensibilità interdisciplinare nell’approccio alla lettura dei fenomeni artistici
 capacità di interpretazione critica

La votazione è espressa in trentesimi

Verifica dell'apprendimento

Prova orale. La verifica finale verrà effettuata attraverso la presentazione di immagini che lo studente dovrà "leggere" secondo i metodi attributivi acquisiti, diversificati per modelli tematici: architettura, scultura, pittura.
L’esame consiste in una prova orale.
I criteri di attribuzione del voto finale terranno conto di :
1)analisi dei mutamenti estetici in connessione a ragioni storiche e ideologiche
2)padronanza espressiva
3)sensibilità interdisciplinare nell’approccio alla lettura dei fenomeni artistici
4)capacità di interpretazione critica


La votazione è espressa in trentesimi





Testi

Da H. Foster, R. Krauss, Y. Bois, B. Buchloh, D. Joselit, Arte dal 1900, Zanichelli, 2006 (vanno bene sia prima che seconda edizione), i seguenti argomenti:

1906. Paul Cézanne muore a Aix-en-Provence, nel sud della Francia: facendo seguito alle retrospettive di Vincent Van Gogh e Georges Seurat dell’anno precedente, la morte di Cézanne proietta il Postimpressionismo nel passato storico, con il Fauvismo come suo erede.

1946. Jean Dubuffet espone le sue hautes pâtes, che confermano l’esistenza di una nuova corrente scatologica nell’arte francese del dopoguerra, che sarà presto chiamata Informel.


1947. La pubblicazione di Possibilities a New York segna la riunione dell’Espressionismo astratto come movimento


1955. La prima esposizione di Gutai in Giappone segna la diffusione dell’arte modernista nei media e la sua reinterpretazione da parte di artisti fuori dagli Stati Uniti e dall’Europa, esemplificata anche dalla nascita del gruppo neoconcretista in Brasile

1955. La mostra Il movimento alla galleria Denise René a Parigi lancia l’Arte Cinetica.

1961. A dicembre Claes Oldenburg apre nell’East Village di New York Il negozio, un “ambiente” che imitaval’allestimento dei negozi pobveri del quartiere, in cui ogni oggetto esposto era in vendita: durante l’inverno e la primavera successici, 10 happening del Ray Gun Theather di Oldenburg ebbero luogo all’interno del negozio


1962. A Weisbaden, nella Germania occidentale, George Maciunas organizza il primo di una serie di eventi internazionali che precedettero ala costituzione del movimento Fluxus

1964. I tredici uomini più ricercati di Andy Worhol è installato provvisoriamente sulla facciata dello State Pavilion della World’s Fair di New York


1965 Donald Judd pubblica Oggetti specifici: il Minimalismo viene teorizzato da parte dei suoi due più importanti esponenti, Judd e Robert Morris

1967. Il critico Germano Celant allestisce la prima mostra dell’Arte povera.



Da A. Del Puppo, L'arte contemporanea. Il secondo Novecento, Einaudi, Torino 2013: Introduzione e poi i paragrafi da pag 78 a pag 127.

Da Nicolas Bourriaud, Estetica relazionale, Postmediabooks, 2010, da pag. 1 a pag. 63

Testi

Da H. Foster, R. Krauss, Y. Bois, B. Buchloh, D. Joselit, Arte dal 1900, Zanichelli, 2006 (vanno bene sia prima che seconda edizione), i seguenti argomenti:

1906. Paul Cézanne muore a Aix-en-Provence, nel sud della Francia: facendo seguito alle retrospettive di Vincent Van Gogh e Georges Seurat dell’anno precedente, la morte di Cézanne proietta il Postimpressionismo nel passato storico, con il Fauvismo come suo erede.

1946. Jean Dubuffet espone le sue hautes pâtes, che confermano l’esistenza di una nuova corrente scatologica nell’arte francese del dopoguerra, che sarà presto chiamata Informel.


1947. La pubblicazione di Possibilities a New York segna la riunione dell’Espressionismo astratto come movimento


1955. La prima esposizione di Gutai in Giappone segna la diffusione dell’arte modernista nei media e la sua reinterpretazione da parte di artisti fuori dagli Stati Uniti e dall’Europa, esemplificata anche dalla nascita del gruppo neoconcretista in Brasile

1955. La mostra Il movimento alla galleria Denise René a Parigi lancia l’Arte Cinetica.

1961. A dicembre Claes Oldenburg apre nell’East Village di New York Il negozio, un “ambiente” che imitaval’allestimento dei negozi pobveri del quartiere, in cui ogni oggetto esposto era in vendita: durante l’inverno e la primavera successici, 10 happening del Ray Gun Theather di Oldenburg ebbero luogo all’interno del negozio


1962. A Weisbaden, nella Germania occidentale, George Maciunas organizza il primo di una serie di eventi internazionali che precedettero ala costituzione del movimento Fluxus

1964. I tredici uomini più ricercati di Andy Worhol è installato provvisoriamente sulla facciata dello State Pavilion della World’s Fair di New York


1965 Donald Judd pubblica Oggetti specifici: il Minimalismo viene teorizzato da parte dei suoi due più importanti esponenti, Judd e Robert Morris

1967. Il critico Germano Celant allestisce la prima mostra dell’Arte povera.



Da A. Del Puppo, L'arte contemporanea. Il secondo Novecento, Einaudi, Torino 2013: Introduzione e poi i paragrafi da pag 78 a pag 127.

Da Nicolas Bourriaud, Estetica relazionale, Postmediabooks, 2010, da pag. 1 a pag. 63

Altre Informazioni

Ricevimento studenti durante il semestre di lezioni:

Lunedì 11-12
Martedì ore 11-13

Durante gli altri mesi
Martedì ore 9-12 oppure su appuntamento attraverso e mail (ladogana@unica.it)


Altre eventuali comunicazioni
Reperibilità del materiale didattico:
Una parte del materiale didattico, ossia dvd, slides delle lezioni e fotocopie di testi, possono essere reperite presso la Biblioteca della Cittadella dei Musei.



Per gli studenti non frequentanti: si prega di contattare il docente almeno due mesi prima di sostenere l’esame.

Altre Informazioni

ricevimento studenti
Martedì ore 11-13

Oppure su appuntamento(ladogana@unica.it)



Altre eventuali comunicazioni
Reperibilità del materiale didattico:
Una parte del materiale didattico, ossia dvd, slides delle lezioni e fotocopie di testi, possono essere reperite presso la Biblioteca della Cittadella dei Musei

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar