Courses – Insegnamenti

 

70/0077-M - PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

Anno Accademico ​2015/2016

Docente
CORRADO ​ZOPPI (Tit.)
CHIARA ​GARAU
Periodo
Secondo Semestre​
Modalità d'Erogazione
Convenzionale​
Lingua Insegnamento




Informazioni aggiuntive

CorsoPercorsoCFUDurata(h)
[70/73] ​ ​INGEGNERIA PER L'AMBIENTE E IL TERRITORIO [73/00 - Ord. 2012] ​ ​PERCORSO COMUNE660
Obiettivi

1) Conoscenza e capacità di comprensione. Lo studente acquisterà un quadro conoscitivo dei principali riferimenti e metodologie per trattare:
a)l’inserimento delle tematiche inerenti la pianificazione urbana e di area vasta nei processi di VAS;
b) valutare gli obiettivi della pianificazione urbana con scenari di pianificazione strategica;
c) discutere sulla governance urbana;
d) ragionare in base alla metodica delle “Smart Cities” promossa dall’Unione Europea.
2) Conoscenza e capacità di comprensione applicate. Lo studente sarà in grado di trattare le questioni problematiche e critiche che tale inserimento comporta in termini di valutazione ambientale. Lo studente, inoltre, avrà gli strumenti conoscitivi sul sistema delle autonomie locali della Sardegna e sulla Città metropolitana di Cagliari per ragionare su un territorio campione (Unioni di Comuni, ecc.) anche in chiave "smart".
3) Autonomia di giudizio. Lo studente avrà analizzato criticamente alcuni casi di studio significativi ed emblematici relativi a tentativi qualificati di integrazione delle tematiche della VAS nella pianificazione urbana e di area vasta, traendo da questa analisi critica strumenti importanti per la propria capacità di analisi e valutazione.
4) Lo studente avrà gli strumenti conoscitivi sul sistema delle autonomie locali della Sardegna e sulla città metropolitana di Cagliari per ragionare su un territorio campione (unione di Comuni, etc.) anche in chiave "smart".
5) Lo studente potrà discutere sull’efficacia delle forme di governance urbana.
6) Lo studente avrà cognizione dei criteri applicativi della metodica delle “Smart Cities” promossa dall’Unione Europea.
7) Lo studente potrà valutare gli obiettivi della pianificazione urbana con scenari di pianificazione strategica.

Prerequisiti

Topografia.

Contenuti

1. Discussione sulle tematiche relative alla valutazione dell’impatto di piani e progetti. Discussione sulla Direttiva 2001/42/CE e sul suo recepimento nella legislazione italiana e sarda.
2. Impostazione del quadro logico per la VAS dei Piani urbanistici comunali dei Comuni della Sardegna (PUC).
3. Discussione di alcuni casi di studio relativi alla VAS.
4. Le aree urbane, criticità e strumenti di pianificazione.
5. Innovazione e sostenibilità come obiettivi strategici.
6. La "smartness" urbana come formula di gestione integrata dei fattori determinanti per le politiche di governance.
7. Politiche e ambiti amministrativi di gestione del territorio.
8. Esercitazione, articolata come segue.
Prima fase.
Ciascun gruppo redige una relazione dettagliata sulla procedura di VAS relativa ad un piano/programma che gli viene assegnato dal docente. La relazione deve essere realizzata nella forma di una presentazione al computer proiettata e commentata in Aula. Le presentazioni verranno discusse in aula con il docente o la Tutor giovedì 21 Aprile.
Il gruppo che non presenti, nella data stabilita, la propria relazione, riceve una valutazione pari a 0 (zero) per la relazione e, di conseguenza, può raggiungere, nella valutazione complessiva dell’esame, al massimo il voto 21 (ventuno). Si pone in evidenza come sarebbe molto difficile risultare idonei all’esame in queste condizioni.
Seconda fase.
Ciascun gruppo individuerà le tipologie di strumenti delle politiche urbane e territoriali utilizzati in Sardegna per proporre argomenti di discussione e di rappresentazione con riferimento ad ambiti geografici prescelti (i riferimenti grafici e cartografici verranno definiti in sede di esercitazione).

Metodi Didattici

Lezioni frontali: 40 ore.
Esercitazione (discussione sugli elaborazioni degli studenti, consistenti in due casi di studio, uno concernente la VAS ed uno la tematica "Città e problemi di governance"): 20 ore.

Verifica dell'apprendimento

Il voto finale è definito tramite la somma pesata delle verifiche relative all'apprendimento degli studenti secondo i quattro criteri della lista che segue.
Esercitazioni ………………... 10%
Partecipazione in aula …….... 10%
Verifica di metà corso ...……. 30%
Esame finale ….………….…. 50%.

Testi

Punto 1
Direttive: 85/337/CEE, 97/11 CEE; D.Lgs. 152/2006 (testo coordinato) disponibili su Internet a molteplici indirizzi.
Direttiva 2001/42/CE (disponibile su Internet a molteplici indirizzi).
Attuazione della Direttiva 2001/42/CE concernente la valutazione dell’impatto di determinati piani e programmi sull’ambiente (disponibile su Internet all’indirizzo http://ec.europa.eu/environment/eia/pdf/030923_sea_guidance_it.pdf).
Delibera della Giunta Regionale (DGR) della RAS n. 34/33 del 23 Aprile 2008 recante “Direttive per lo svolgimento delle procedure di valutazione ambientale” e relativi allegati, documenti disponibili su Internet all’indirizzo http://www.regione.sardegna.it/j/v/66?v=9&c=27&c1=&n=10&s=1&mese=201208&p=3.
Linee Guida per la Valutazione ambientale strategica dei Piani urbanistici comunali (DGR 44/51 del 14 Dicembre 2010, disponibile su Internet all’indirizzo http://www.sardegnaambiente.it/documenti/18_269_20110203150553.pdf).

Punto 2
Il quadro logico della VAS dei PUC: materiali messi a disposizione durante le lezioni.

Punto 3
Casi di studio tratti dal libro, curato da Corrado Zoppi, dal titolo “Valutazione e pianificazione delle trasformazioni territoriali nei processi di governance ed e-governance” (FrancoAngeli, 2012).

Punto 4
Mistretta P., Garau C., Città e Sfide. Conflitti e Utopie. Strategie di impresa e Politiche del territorio successi e criticità dei modelli di Governance, CUEC University Press, Cagliari, 2013 (con particolare attenzione alle parti 3, 4, 5 e 7).

Punto 5
I materiali verranno resi disponibili durante le lezioni.

Punto 6
Riva Sanseverino E., Riva Sanseverino R., Vaccaro V., 2014, a cura di, Atlante delle smart city. Milano: Franco Angeli (con particolare attenzione da p. 11 a p. 74).

Punto 7
Alulli M., 2010, Le politiche urbane in Italia. Tra adattamento e frammentazione, Working Paper Cittalia-Fondaziona ANCI Ricerche, pp. 1-57 (disponibile al link: http://www.marchesicure.it/documenti/Politiche%20Urbane.pdf)
Mistretta P., Garau C., Autonomia, il sonno e la ragione. Spettri e utopie della Questione Sarda dopo i 150 anni dell’Unità d’Italia”, Collana Tutti i Libri della Sardegna, Edizioni Della Torre, 2011
Legge Regione Sardegna 27 gennaio 2016 - Riordino del sistema delle autonomie locali della Sardegna – scaricabile al seguente link: http://consiglio.regione.sardegna.it/XVLegislatura/Leggi%20approvate/lr2016-02.asp.

Punto 8
Prima fase
Ciascun gruppo riceve dal docente la documentazione per svolgere la relazione secondo quanto descritto sopra.
Inoltre, gli studenti devono scaricare:
• dal sito Internet della RAS (http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_85_20060531162844.zip) i “rapporti d’area suddivisi per province”;
• dal sito Internet della Provincia di Cagliari (http://www.provincia.cagliari.it/ProvinciaCa/it/contentview.page?contentId=CNG9019), la documentazione relativa al Piano urbanistico provinciale/ Piano territoriale di coordinamento della Provincia di Cagliari;
• dal sito Internet della Regione Autonoma della Sardegna, (http://www.sardegnaterritorio.it/paesaggio/pianopaesaggistico2006.html) la documentazione relativa al Piano paesaggistico regionale.
Seconda fase
Ciascun gruppo riceverà dal docente il materiale necessario per svolgere l'esercitazione durante le lezioni.

Altre Informazioni

Testi e presentazioni vengono resi disponibili dai docenti sul proprio sito Internet e per e-mail.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar