Tesi

 

Argomenti di tesi di Educazione degli adulti trattati:

– Le condizioni adulte che necessitano di un’attenzione educativa particolare (immigrazione, marginalità sociale,…); l’educazione interculturale degli adulti;

– Problemi pedagogici legati alla condizione dei detenuti/ Pedagogia penitenziaria;

– Il pensiero di alcuni autori in rapporto alle condizioni sociali del mondo contemporaneo (globalizzazione, povertà) e in rapporto alla storia dell’educazione permanente (le Conferenze UNESCO, le politiche internazionali di formazione continua);

– I teorici dell’identità adulta (Erikson, Levinson,…) e dell’autorealizzazione (Maslow, Rogers,…);

– Problemi pedagogici relativi alla famiglia e al ruolo di genitore nelle mutate condizioni socioculturali;

– I movimenti pacifisti e l’educazione alla pace (Gandhi, Capitini,…)

– Elementi di un’educazione affettiva degli adulti, nelle sue diverse forme

– Il metodo autobiografico in prospettiva di educazione degli adulti

– Apprendimento permanente e andragogia

– Educazione degli adulti e cinema (Filippo Maria De Sanctis, …).

Sono attualmente in corso di svolgimento tesi di laurea su:

  • Pedagogia della famiglia e Educazione dei genitori
  • La formazione dell’educatore, del pedagogista, del formatore; andragogia
  • Identità adulta e compiti attuali dell’educazione degli adulti
  • Pedagogia penitenziaria
  • Narrazione di sé e educazione in età adulta

 

CRITERI E RACCOMANDAZIONI

Si raccomanda agli studenti laureandi di consegnare un capitolo per volta per la correzione e di attenersi ai seguenti criteri grafici

– formato Word

– testo in corpo 12 (preferibilmente in stile Times New Roman);

– interlinea 1,5;

– bordi pagina: 4 cm a sinistra, 2 sopra, a destra e sotto, in caso di testo solo fronte; 4 cm di rilegature, 2 sopra, sotto,  in caso di fronte/retro.

Indice: preferibilmente con capitoli, paragrafi ed eventualmente sottoparagrafi numerati (es. 1.; 1.1; 1.1.1, ecc.).

Numero di pagine: approssimativamente 100.

Le note, a pié di pagina e continuative dall’inizio alla fine del testo, devono essere redatte secondo lo schema:

Autore, Titolo (corsivo), Luogo edizione, Editore, Anno, p. o pp..

La bibliografia, in ordine alfabetico secondo il cognome dell’autore, deve seguire lo schema:

Autore, Titolo (corsivo), Luogo edizione, Editore, Anno;

Ivi, p. o pp.: quando si cita autore e testo della nota immediatamente precedente;

Ibidem: quando si cita autore, titolo e pagina della nota immediatamente precedente;

Autore, op. cit., p. o pp.: quando si cita autore e testo di una nota non immediatamente precedente. N. B.: questa modalità va evitata quando di uno stesso autore si citano diversi testi.

CRITERI QUANTITATIVI

Il numero massimo di laureande/i che possono essere seguite/i in un anno è 15.

È possibile che discutano la tesi un massimo di 5 laureande/i a sessione.

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar