L’Unione sarda – 16-02-2010

 
L’UNIONE SARDA
Martedì 16 febbraio 2010
Economia e Lavoro

Gli esperti in conservazione dei prodotti audio-video potranno lavorare nelle mediateche dell’Isola

I NUOVI SBOCCHI DELL’INFORMATICA

AL VIA IL MASTER PER RECUPERARE I FILE MULTIMEDIALI

.

L’università di Cagliari ha organizzato un master di primo livello per esperti in gestione, conservazione e restauro di prodotti audiovisivi e multimediali. F ilm, immagini e prodotti multimediali sono ormai molto diffusi ma pochi sono ancora i professionisti che si occupano della loro raccolta e conservazione. Per questo la facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Cagliari ha organizzato un master di primo livello per esperti in gestione, conservazione e restauro dei prodotti audiovisivi e multimediali.
OBIETTIVI Il master si propone di formare operatori esperti nella conduzione di moderni centri culturali e di archivi. Queste strutture, infatti, negli ultimi anni si sono costituite, pur con caratteristiche diverse, un po’ ovunque man mano che le nuove tecnologie sono state sempre più presenti nella produzione dei beni culturali, ma anche con il riconoscimento del valore culturale dei prodotti audiovisivi e multimediali. Le molte mediateche oggi esistenti operano solo nella raccolta e diffusione di materiale e solo pochissime, come la Cineteca sarda e l’Istituto etnografico, conservano materiali originali e d’archivio anche di notevole importanza nel contesto mondiale. Negli anni recenti, però, si sta sviluppando una nuova consapevolezza, anche in relazione ai risvolti economici, verso questi prodotti, cosa che fa ritenere che le mediateche decentrate possano svolgere nei prossimi anni un ruolo nuovo nella raccolta e valorizzazione di materiali audiovisivi legati al territorio.
DISCIPLINE Per operare in questi ambiti sono necessarie competenze di ordine storico, metodologico, biblioteconomico, del restauro e della conservazione. Tra le discipline che saranno insegnate durante il master, ci sono quindi l’organizzazione e la gestione di archivi del film e mediateche, la storia del cinema e della televisione in Sardegna, le pratiche contemporanee dell’immagine multimediale, le tecniche di descrizione, schedatura, catalogazione e archiviazione di opere audiovisive e multimediali. I partecipanti (che saranno al massimo 25) studieranno anche i principi di conservazione del film, la teoria e la tecnica del restauro, i problemi di filologia del cinema e degli audiovisivi, gli elementi di restauro digitale, l’utilizzo di software per l’archiviazione, il restauro e l’edizione digitale di questi materiali. Previsti anche una serie di laboratori.
REQUISTI Per essere ammessi al master, che sarà gestito dal corso di laurea in Scienze della comunicazione (Celcam), è richiesta la laurea di primo livello (triennale) o superiore (magistrale o specialistica), o laurea di vecchio ordinamento in una qualsiasi disciplina. Per la partecipazione come uditori è sufficiente il diploma di istruzione superiore e lo svolgimento di attività in strutture operanti nel settore in oggetto. Il master avrà una durata di 360 ore, a cui si aggiungono 80 ore di tirocinio in azienda, e si svolgerà da marzo a settembre. Partner dell’iniziativa sono la Regione sarda, l’Istituto superiore regionale etnografico, la Cineteca sarda-società umanitaria, l’Università di Udine, Dams cinema e laboratorio La camera ottica, film and video restoration, sede di Gorizia. Info sul sito www.celcam.it, mastercinema.unica@gmail.com.
ANNALISA BERNARDINI

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar