Feb 102018
 

Il CELCAM dell’Università di Cagliari in collaborazione con il circolo cinematografico universitario Notorius e con il contributo dell’Assessorato della Pubblica Istruzione della Regione Autonoma della Sardegna (L.R. 15/2006), promuove un laboratorio di produzione audiovisiva finalizzato alla realizzazione di un film di cortometraggio attraverso le modalità del found footage  e anche con l’uso di tecniche d’animazione.

Il corso è tenuto dal regista Peter Marcias e dal montatore Andrea Lotta, con l’assistenza e il supporto di Giulia Casu, e si propone di far partecipare gli allievi al processo di realizzazione di un cortometraggio così come viene progettato, ideato e realizzato da una troupe professionale. Gli allievi parteciperanno accanto ai docenti alla rielaborazione del soggetto (l’idea di base è già definita in partenza) e della sceneggiatura del corto, li affiancheranno nella scelta delle soluzioni espressive e nel reperimento del materiale audiovisivo, li accompagneranno nel montaggio sia come assistenti, sia  utilizzando essi stessi le macchine.

Il laboratorio dura due mesi e mezzo fra fine febbraio e inizi di maggio 2018 con incontri pomeridiani due giorni la settimana. L’impegno orario d’aula è di 70 ore più una parte di lavoro individuale autogestito.

L’attività è articolata in incontri di 3,5 o 4 ore il pomeriggio dalle 15.30 secondo il seguente calendario/programma:

 

Programma ore giornate Calendario – orario 15,30/19,00
1 Introduzione al corso 3,5 1 23-feb
2 Il found footage 3,5 1 28-feb
3 Introduzione al montaggio di found footage 17,5 5 02-mar 07-mar 09-mar 14-mar 16-mar
4 Introduzione al soggetto da sviluppare 7 2 21-mar 23-mar
5 Scelte estetiche, soluzioni espressive e narrative 7 2 28-mar 04-apr
6 Lo sviluppo della scaletta/sceneggiatura 3,5 1 06-apr
7 Il trattamento del materiale e la postproduzione 20 5 11-apr 13-apr 18-apr 20-apr 27-apr
8 La sonorizzazione 3,5 1 02-mag
9 Analisi del lavoro svolto 3,5 1 04-mag

 

Il laboratorio è rivolto a persone che abbiano già delle nozioni di base sul montaggio acquisite con la frequenza di corsi universitari e altri laboratori o anche solo con la pratica da autodidatta.

Docenti del laboratorio sono Peter Marcias ed Andrea Lotta con la collaborazione di Giulia Casu.

Peter Marcias è regista di fiction e documentari molto attivo. Fra le sue produzioni si ricordano i lungometraggi di finzione Un attimo sospesi (2008), I bambini della sua vita (2011), Dimmi che destino avrò (2012), La nostra quarantena (2015) e i documentari Ma la Spagna non era cattolica? (2007), Liliana Cavani, una donna nel cinema (2010), Tutte le storie di Piera (2014). Il suo ultimo lungometraggio, Uno sguardo alla terra, documentario sulla narrazione cinematografica, è in distribuzione in questo periodo. Negli ultimi anni Marcias ha unito alle consuete tecniche di realizzazione del film il cinema d’animazione.

Andrea Lotta, montatore e regista documentarista, abituale collaboratore del CELCAM, è uno dei montatori più prestigiosi che operano in Sardegna e ha all’attivo numerosi documentari, spot pubblicitari e corto e lungometraggi. Fra i suoi lavori di montaggio si ricordano: Tajabone, per la regia di Salvatore Mereu, premiato al Festival di Venezia nel 2010; Il rosa nudo, per la regia di Giovanni Coda, premiato nei festival di Seattle, nel 2013,  e Gotheborg, Columbus e Melbourne nel 2014; Tutte le storie di Piera, per la regia di Peter Marcias, Nastro d’argento nel 2013; L’Accabadora, per la regia di Enrico Pau, premio speciale al Festival di Bobbio di Marco Bellocchio.

Giulia Casu è una giovane laureata in Scienze della comunicazione con una tesi in Linguaggi del cinema, della televisione e dei new media dedicata alle produzioni found footage. Concluso il percorso di studi col massimo dei voti, è stata premiata come una delle migliori laureate dell’Ateneo cagliaritano nell’AA 2015-2016.

Ai partecipanti che ne facciano richiesta verrà rilasciato da parte del CELCAM un attesto e verranno riconosciuti tre crediti formativi che gli studenti potranno eventualmente far valere nel loro piano di studi nei termini stabiliti dai regolamenti dei diversi corsi di laurea.

L’attività è aperta a un numero massimo di 16 persone e si svolge presso il laboratorio di cinema e multimedialità “Vittorio De Seta” della Facoltà di Studi umanistici. Qualora entro la data di scadenza delle iscrizioni il numero delle richieste di partecipazione fosse superiore ai posti disponibili si farà una selezione in base alle informazioni fornite nel modulo di iscrizione.

Le quote di iscrizione al laboratorio sono:
– 10 euro quota iscrizione associazione Notorius
– 120 euro studenti (sia universitari che di istituti superiori)
– 250 euro non studenti.

Le iscrizioni devono essere fatte entro e non oltre le ore 23 del 20 febbraio 2018.

No more submissions accepted at this time.

 

Feb 062018
 

C’è anche il cortometraggio Futuro prossimo, al IX Festival del cinema italiano Da Venezia a Mosca, che comincia martedì nella capitale russa, promosso dall’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con La Biennale di Venezia. Si tratta del film realizzato da Salvatore Mereu con gli studenti dell’Università di Cagliari e coprodotto dall’ateneo sardo nell’ambito delle attività formative del CELCAM del Dipartimento di Storia, Beni culturali e Territorio. Il film – che apre uno squarcio sulla vicenda dei minori stranieri non accompagnati che sbarcano sulle nostre coste – racconta la giornata della giovane Rachel e della piccola Mojo che vagano per la città di Cagliari alla ricerca di un lavoro e di notte trovano riparo in uno dei casotti di uno stabilimento balneare del litorale.

La prestigiosa rassegna di Mosca propone una selezione delle opere più rappresentative della produzione italiana recente proiettate in prima mondiale nelle diverse sezioni della 74.esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Il film prodotto dall’Università di Cagliari e di Sassari con la Viacolvento viene proiettato a Mosca in lingua originale con sottotitoli in lingua russa sabato 10 febbraio e nei giorni successivi in altre città della Russia fra cui Novosibirk, San Pietroburgo e Kaliningrad. Verrà inoltre presentato, sempre nell’ambito della collaborazione fra le ambasciate italiane e il Festival di Venezia, a Zagabria il prossimo 15 marzo.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar